Viaggio on the road con i bambini nella penisola iberica: PortAventura park

Prima tappa del nostro road trip in famiglia nella penisola iberica. Dopo aver viaggiato da Civitavecchia a Barcellona in Grimaldi Cruises, ci siamo diretti, subito dopo lo sbarco, a Salou, in provincia
di Tarragona. Dopo circa un oretta e mezza di viaggio siamo arrivati a PortAventura Park, il parco divertimenti più  grande della Spagna

Portaventura Hotel

Portaventura Park, Barcellona, viaggio on the road con bambini, trevaligie

 

Portaventura Park, Barcellona, viaggio on the road  con bambini, trevaligie

Tra i diversi alberghi di PortaventuraWorld, abbiamo scelto il PortAventura Hotel, un resort che è l’esatta riproduzione di un villaggio mediterraneo. Bellissimi i giardini, e i graziosi viottoli che collegano le palazzine sono contornati da una ricca vegetazione. Inoltre una meravigliosa cascata si rigetta nella grandissima piscina che   gira intorno a tutta la struttura.

Oasi di relax con lettini e sdraio sono dislocate in diversi punti, in cui è possibile trovare anche piccoli bar.

Portaventura Park, Barcellona, viaggio on the road  con bambini, trevaligie

 

Il borghetto dell’Hotel

Sul retro il Portaventura Hotel  vanta un piccolo e accogliente borgo dove, tra bar e ristoranti, si possono incontrare i personaggi del parco. Diversi anche gli eventi in programmazione la sera nella piccola piazza, studiati per coinvolgere i piccoli ospiti.  Truccabimbi e mini disco sono quasi sempre in scaletta, gli spettacoli invece cambiano quasi ogni sera. Basta leggere il cartello informativo vicino al palco per vedere la programmazione della serata. Lo spettacolo dei Muppet Show è davvero carino e coinvolgente. Insomma il piccolo borgo dell’Hotel è un ottima alternativa per passare una serata in compagnia dopo una giornata al parco. Il divertimento dei bambini è assicurato.

Portaventura Park, Barcellona, viaggio on the road  con bambini, trevaligie

 

Noi abbiamo soggiornato a PortaventuraWorld durante la festa di Halloween, quindi sia l’Hotel che il parco erano addobbati con zucche mostruose e fantasmi spaventosi!

Portaventura Park, Barcellona, viaggio on the road  con bambini, trevaligie

 

Portaventura Park

L’ingresso al parco è proprio accanto alla reception dell’albergo, e tra l’altro è gratuito ed illimitato per tutto il soggiorno al PortAventura Hotel!

La mascotte del parco è il Picchio woody, sempre gentilissimo con tutti e molto disponibile a farsi fotografare.

Portaventura Park, Barcellona, viaggio on the road  con bambini, trevaligie

 

Consiglio!

Per ottimizzare il tempo studiate la cartina prima dell’apertura del parco, in modo tale da poter scegliere le attrazioni da visitare per prime  e gli spettacoli da vedere durante la giornata. In un unico giorno noi siamo riusciti ad alternare facilmente giostre e tre spettacoli tra quelli in programma. . Abbiamo scelto “Le avventure di Taddeo Jones”, la “Muerte viva”, spettacolo ispirato al dia de los muertos molto in voga al momento grazie al cartone animato “Coco” e il simpatico show dei Muppets!

Portaventura Park, Barcellona, viaggio on the road  con bambini, trevaligie

 

Tutti gli spettacoli sono in lingua spagnola, e anche gli addetti nel parco parlano poco l’inglese, ma molto il francese.

 Le aree tematiche 

Il parco ha sei aree tematiche:

Mediterranea: la prima area che incontrerete nel parco. Ambientaizone tipica di un paese di pescatori, con tanto di laghetto artificiale in cui si tuffa Furius Baco, una roller coaster adrenalina che va da 0 a 100 km in 3 secondi.

Polynesia: l’area tropicale, ricca di vegetazione e di spettacoli. Il più entusiasmante è Aves del Paraiso: un istruttore gioca con  diversi uccelli tropicali, come pappagalli, un casuario, e gru del Sudafrica, in uno spettacolo emozionante della durata di circa 30 minuti.

Sesamo Aventura: l’area completamente dedicata ai più piccoli. E’ il paese dei Muppets, e potrete vederli sia negli spettacoli che in giro nel quartiere, disponibili a fare foto e a giocare con i bimbi.

Portaventura Park, Barcellona, viaggio on the road  con bambini, trevaligie

China: l’area che accoglie le più famose montagne russe d’Europa. La più gettonata è Shambhala, la più alta del continente. Con un accelerazione di 135 chilometri orari e diversi giri della morte lascia tutti col fiato sospeso.

Portaventura Park, Barcellona, viaggio on the road  con bambini, trevaligie

Mexico: l’area tematica in cui potrete trovare una  spaventosa drop tower di 86 metri in altezza. Hurakan Condor  vi farà cadere nel vuoto a 115 km di velocità in soli tre secondi. Non riuscirete nemmeno ad urlare!

Portaventura Park, Barcellona, viaggio on the road  con bambini, trevaligie

Far West: l’ambientazione è quella tipica texana, e proprio qui si trovano i migliori ristoranti del parco. Potete trovare in questo quartiere il  Silver River Flume, il percorso acquatico a bordo di grossi tronchi, e il Gran Canyon Rapids, dove poter fare raffina a bordo di un grande gommone.

Portaventura Park, Barcellona, viaggio on the road  con bambini, trevaligie

 

Consiglio!

Nei periodi di maggiore affluenza conviene fare il pass express al costo di 33 euro, che consente di accedere rapidamente alle attrazioni.

Nel costo del soggiorno è compreso anche un biglietto a persona  per il FerrariLand, valido per una sola entrata.

FerrariLand

Portaventura Park, Barcellona, viaggio on the road con bambini, trevaligie

Il FerrariLand è un parco dedicato esclusivamente al mondo Ferrari. Si può fare un giro nel padiglione Ferrari Experience, in cui si può partecipare ad un tour in 3d che rivive le glorie della famosa casa automobilistica oppure salire sulla  Red Force, una terrificante attrazione in cui si rivive l’accelerazione della Ferrari in pista. 880 metri a 180 km orari in meno di  5 secondi. Sensazionale. Ma solo per veri amanti del genere.

Portaventura Park, Barcellona, viaggio on the road  con bambini, trevaligie

 

Tutte le attrazioni  di questa area sono completamente tematizzate e sponsorizzate dalla casa automobilistica.  Molto carino e adatto ai più piccoli il Maranello Grand Race, il mini circuito in cui possono guidare i modellini della Ferrari in completa autonomia, e il Pit Stop Record, in cui i bambini possono cimentarsi nel cambio delle gomme ad una vera Ferrari come i grandi meccanici delle piste!

 

La giornata si è conclusa con la Halloween Parade, in  cui hanno sfilato tutti gli inquietanti personaggi del parco.

Se avete a disposizione più di un giorno e le temperature lo permettono potete fare un tuffo al PortAventura Caribe Acquatic Park, il parco acquatico con tantissimi scivoli e playground adatto a tutta la famiglia.

Siete curiosi di conoscere le altre tappe del nostro viaggio on the road attraverso la penisola iberica?Leggete anche Granada da vivere: Viaggio nelle emozioni

 

Sul Lago di garda non ci si annoia mai

Le rive del Lago di Garda sono piene di sorprese. Paesi di una bellezza unica, a pochi chilometri di distanza l’uno dall’altro. Non basterebbe un mese per scoprire tutte le meraviglie che si affacciano su queste acque trasparenti. Ci sono strutture ricettive per ogni tipo di viaggio, che sia un week end romantico o una settimana in camper con la famiglia. C’è solo l’imbarazzo della scelta tra hotel extra lusso, b&b, campeggi attrezzatissimo e case vacanza.

Non vi resta solo che organizzare la vostra vacanza all’insegna del divertimento o del relax, o cercare di coniugare entrambe le cose.

Sirmione

Sirmione, lago di Garda, viaggio on the road con bambini, trevaligie

Uno dei paesi più belli d’Italia a mio parere. Perché visitarlo? Perché sembra una piccola bomboniera adagiata sulle rive del Garda, ed è uno dei pochi paesi in cui si accede passando da un ponte levatoio.

Il centro è completamente pedonabile, quindi  è preferibile lasciare l’auto fuori dal centro storico, nell’ area parcheggi Montebaldo, perché  l’area di sosta immediatamente sotto le mura è riservata ai residenti e ai dipendenti. Parcheggi un po’ cari, nella media del luogo.

Cosa vedere:

  1. Visitare la Rocca Scaligera. Si può girare intorno alle 4 Torri vedendo tutto il paesaggio circostante. Potete arrampicarvi sulla torre dalla quale potrete avere la vista sarà mozzafiato sul lago. Lo consiglio se avete i bambini anche se le scale sono un  po’ difficoltose. Serve cautela.
  2. Sirmione, lago di Garda, viaggio on the road con bambini, trevaligie 
  3. Una passeggiata fino alle grotte di Catullo. Si chiamano grotte ma in realtà  sono  i resti di una villa romana che è stata molto imponente. Peccato che ne resti ben poco.  La collocazione sulla collina permette di avere uno sguardo a 360 gradi sulle rive intorno, e sulle coste di gran parte del lago meridionale.
  4. Una serata alle terme di Aquaria. In questo parco termale organizzano i week end  all’insegna del romanticismo e del relax. E’ possibile stare nelle piscine fino a mezzanotte, godendo dell’acqua sulfurea in una scenografia spettacolare. Dal tramonto in poi si accendono le luci soft delle piscine all’aperto, creando uno spettacolo unico. Possono entrare i bambini solo dopo aver compiuto i tre anni, ed è obbligatorio l’uso dell’apposito pannolino. Sono molto rigidi verso i piccoli ospiti, e si riservano il diritto di allontanare chi disturba. Lo sconsiglio se avete dei bambini al seguito, ma lo consiglio vivamente se siete in coppia, o con figli grandi. Se non volete rinunciare ad un bagno nelle acque sulfuree, a venti minuti da Sirmone trovate le terme di Aquardens, dove invece i bambini sono i benvenuti.
  5. Il centro storico. Una via principale dalla quale si diramano in entrambe le direzioni vicoli che portano sulle rive del lago. Gelaterie, bar e negozi movimentano la passeggiata.  Sedetevi ad uno dei bar in Piazza Carducci e gustatevi uno spritz, che qui chiamano “pirlo”, e godetevi il via vai dei turisti e dei battelli in lontananza.

Peschiera del garda

Incantevole cittadina a est di Sirmione. Curatissima, accogliente, con molti locali in cui passare piacevoli momenti di relax. Si accede al centro storico passando su un incantevole ponte infiorato, e vi accolgono stradine piene di negozi e locali.

La passeggiata è piuttosto breve, ordinata e tranquilla, e si snoda in diversi vicoli molto caratteristici. Vi consiglio quindi di andare nel pomeriggio, sia per la facilità di trovare parcheggio, che per godervi il tramonto sorseggiando un drink su una chiatta nel lago. Anche da qui partono battelli turistici, dal porto immediatamente fuori il centro storico.

Sirmione, lago di Garda, viaggio on the road con bambini, trevaligie

Lazise

Piccolo borgo fortificato, chiuso da mura medievali, con una splendida torre campanaria che si specchia nel lago. Ricca di storia e cultura, elegante e ordinata.

Lazise, lago di Garda, viaggio con bambini on the road, trevaligie

Cosa vedere:

  • Il porticciolo. Entrando dalla porta principale trovate il porticciolo, dal quale si innalza la torre campanaria.
    Qui è possibile noleggiare piccole imbarcazioni per poter fare un giro sul lago. Da notare l’enorme l’edificio della Dogana Veneta, edificato ai tempi della dominazione della Repubblica di Venezia, che si trova proprio in questo porto.
    Lazise, lago di Garda, viaggio con bambini on the road, trevaligie
  • Il centro storico. Seguendo la bellissima pavimentazione a scacchi, dopo la splendida e ariosa piazza principale,  si raggiunge il lungolago. Una passeggiata ampia accompagnata dai richiami dei cigni. Spesso ospita lungo queste sponde mercatini con prodotti regionali e oggetti artistici. Lungo i portici si affacciano case, bar, ristoranti e negozi che proseguono anche dentro i caratteristici vicoli.
  • Il Castello di Lazise.  Costruito prima dell’anno 1000 a difesa delle incursioni degli Ungari, resta uno dei castelli gardesani meglio conservati. Sono ancora ben visibili sugli ingressi gli stemmi degli Scaligeri.
  • Le Spiagge. Sono in parte sabbiose, e offrono ogni tipo di confort, e ampi spazi attrezzati. Diversi sono gli sport acquatici in cui potreste cimentarvi, dal wind surf alla canoa. La spiaggia La Quercia e la Spiaggia d’oro sono le più belle della zona.
  • La Cozzeria. Un locale troppo cool, situato nella parte interna rispetto al lungolago. Ovviamente il piatto forte sono le cozze, cucinate in ogni modo possibile. Ma hanno piatti accessibili anche ai bambini. Vi consiglio di prenotare perché è sempre strapieno.
  • L’ora del tramonto è bellissima, il cielo si tinge di mille colori e regala luci bellissime. Sedetevi su una panchina e godetevela.Lazise, lago di Garda, viaggio con bambini on the road, trevaligie

Valeggio

Il Borghetto più romantico d’Italia.

Valeggio sul Mincio, Borghetto, lago di Garda, trevaligie

E’ raggiungibile sia in macchina, che con la pista ciclabile del fiume Mincio. Letteralmente adagiato sul fiume, sembra davvero di essere in un quadro. Gli antichi mulini del 1400, restaurati in maniera eccelsa, oggi si sono convertiti in romantiche dimore. Altrettanto romantici i ristoranti, e le terrazze basse dove è possibile fare colazione ammirando il corso dell’acqua

L’atmosfera è davvero suggestiva. Il borgo è molto piccolo e una visita richiede mezza giornata, quindi per godere appieno dell’intrigante atmosfera vi consiglio di fermarvi in uno dei bellissimi locali per un pasto o un aperitivo.

Valeggio sul Mincio, Borghetto, lago di Garda, trevaligie

Cosa fare:

  1. Il Ponte Visconteo. Una diga fortificata, realizzata per difendere la città di Verona e costruita alla fine del 1300 da Gian Galeazzo Visconti. Maestoso e ricco di storia, il ponte è  attraversato da vari corsi d’acqua e strade. Da qui si può ammirare la stupenda cittadina e fare bellissime foto.
  2. Il castello Scaligero.Un edificio che da lontano appare bellissimo ed affascinante, quasi da cartolina. Ci si arriva dopo dieci minuti di camminata circa, ed il percorso è tutto in salita. Non è tenuto bene come meriterebbe, ma la visita è comunque consigliabile. L’ingresso nel cortile è gratuito, per salire sulla torre si paga 2,00 €. I bambini entrano gratuitamente. Del castello rimane ben poco, tre torri restaurate recentemente. Ma la vista a 360° sul panorama circostante merita l’arrampicata.
  3. Assaggiare gli “agnolin”. Tortellini ripieni di carne fatti a mano. A loro è dedicata anche una festa, il “Nodo d’Amore”, che si tiene ogni secondo martedì di giugno.

Salò

Il comune divenne famoso dopo la proclamazione della Repubblica di Salò, stato fantoccio fondato da Mussolini nel 1943. Paesaggisticamente offre scorci meravigliosi, l’ideale se volete passare un giornata in tutto relax immersi nella storia.

Cosa fare:

  1. Passeggiare sul lungolago Zanardelli. Punto di forza del paese, si distende lungo tutta la sponda del lago di Garda. Ben realizzato, pulito, ampio e ideale  per camminare oppure per andare in bicicletta, soprattutto per i bambini. Fantastico soprattutto al tramonto, quando i turisti cominciano ad andare via e si possono vedere i bellissimi palazzi monumentali specchiarsi nelle acque del lago.Salò, D'annunzio, Lago di G
  2. Visitare il Vittoriale degli Italiani.Una tappa che non può mancare per chi è appassionato di storia e di cultura. Il parco è sublime, con i sui monumenti e i suoi viali ombreggiati. La visita alla casa/museo di D’Annunzio poi è la ciliegina sulla torta. Eccentrica quanto il suo proprietario. Le guide sono molto preparate. Vi consiglio di vedere comunque il documentario che viene proposto nel testo, perché da una panoramica generale sulla struttura e può aiutare nell’orientamento.
  3. Visitare il MuSa. Il Museo di Salò. Di recente costruzione è stato inaugurato nel 2015. Magnifica struttura in cui è possibile ammirare mostre e allestimenti sulla storia e l’identità della città. Inoltre ospita collezioni  artistiche permanenti e mostre temporanee.
  4. Perdersi nel centro storico. E’ in gran parte zona pedonale. Vi si accede da un lato tramite la Torre dell’Orologio, con il suo suo monumentale arco di passaggio, dall’altra tramite la Porta del Carmine. Uno degli edifici più importanti di Salò è il Palazzo della Magnifica Patria, che si affaccia anche sul lungolago e che è sede del Comune. Conserva sotto i suoi portici le lapidi di personaggi storici come Vittorio Emanuele, Mazzini e Garibaldi. Purtroppo non è visitabile all’interno.

Desenzano

A pochi chilometri da Sirmione si trova la città più grande tra quelle che costeggiano il Lago di Garda. E’ un po’ la capitale della movida, famosa soprattutto per i locali che si animano la sera. Ha inoltre delle bellissime spiagge, che ne fanno un centro turistico molto frequentato.

Cosa fare:

  1. Visitare il Castello. Di questa antica costruzione restano le mura, le torri ed il mastio d’ingresso, ma dai suoi bastioni si ha una vista spettacolare sul lago e sul paese sottostante.
  2. Passeggiare nel centro. Si attraversano viuzze piene di fascino, purtroppo piene di negozio commerciali che rompono un po’ l’incanto del luogo. Concentratevi sulle abitazioni tipiche e sulle caratteristiche osterie.
  3. Passare una giornata sulla spiaggia di Rivoltella. La spiaggia di piccoli sassi, facile da raggiungere anche con una bella passeggiata lungo il lago.
    Qui l’acqua è molto bassa e c’è una spiaggia attrezzata. Ideale quindi per i bambini.

I parchi del Garda

Sul lago di Garda è impossibile annoiarsi. C’è sempre qualcosa da fare. I parchi a tema qui sono tanti e adatti tutta la famiglia.

  1. Gardaland.  Divertimento assicurato per tutta la famiglia. Attrazioni per grandi e piccini, con la nuova area dedicata a Peppa Pig. Ristoranti a tema, spettacoli strepitosi e parate per tutta la famiglia.
  2. Parco natura viva. Situato a Bussolengo, un parco dove immergersi nella natura alla scoperta delle specie animali di tutto il mondo. Con area piccola-nic e piccolo parco giochi per bambini.
  3. Movieland. Spettacolari attrazioni e spettacoli ispirati al mondo di Hollywood. Bellissimo lo stunt show di Rambo.
  4. Caneva World. Un attrezzato acquasplash, con scivoli strabilianti, piccole attrazioni e diverse aree relax.