Aquardens: alle terme di Verona con i bambini

 

A soli 20 minuti da Verona e dal lago di Garda c’è un parco termale paradisiaco. Si trova nella Valpolicella, un tutto dire, quindi se  vi trovate nelle vicinanze  vi consiglio almeno una mezza giornata in queste meravigliose terme, soprattutto perché qui i bambini sono i benvenuti.

 

 

 Prezzi e organizzazione

Una struttura maestosa, incastonata tra le montagne piene di neve, con grandi parcheggi e una sala d’accoglienza molto capiente e ordinata.

Vi sono diverse tipologie di biglietto di ingresso, noi abbiamo fatto il biglietto da quattro ore, essendo arrivati di pomeriggio. Vi consiglio di fare il biglietto on line, perché, a prescindere dai festivi, c’è sempre una gran coda alle casse. In questo modo potrete accedere direttamente alle piscine dopo aver ritirato il braccialetto elettronico. Il braccialetto serve per entrare dai tornelli, per aprire e chiudere gli armadietti, e per caricare eventuali spese all’interno del parco.

Ci sono davvero tante tipologie di ingresso, dal giornaliero al serale. Noi ad esempio scegliamo spesso il pacchetto da quattro ore: 25,00 € a persona, la bimba entra gratis. Sul sito o in loco potete trovare il prezzario completo.

Se non avete con voi teli o accappatoi potete richiederli a pagamento all’ingresso degli spogliatoi, dove vanno lasciati all’uscita.

Potete portare i braccioli per i più piccoli, ma non salvagenti ingombranti. Si possono acquistare anche nell’area principale, all’apposito banco, dove potete anche trovare  diversi prodotti come costumi o creme solari. 

Gli spogliatoi

La zona degli spogliatoi è molto ampia, e può dare inizialmente idea di smarrimento. Le zone sono divise a colori, sceglietene una e usufruite delle apposite cabine spogliatoio. Le cabine sono abbastanza ampie. Dopodiché potete riporre i vestiti negli appositi armadietti, assieme alle borse e alle altre cose di valore che non si possono portare nella zona piscina. Lasciate anche i cellulari, rimarrebbero incustoditi durante le vostre nuotate, e i portafogli, perché qualsiasi spesa extra vi viene caricata sul braccialetto e potete saldare tutto all’uscita. Ricordatevi quindi il colore dell’area in cui avete scelto l’armadietto, e il numero di quest’ultimo. In ogni area ci sono bagni grandi e molto puliti. Portate solo gli asciugamani, i quali vanno lasciati nel box da voi scelto a bordo vasca. Non si possono occupare lettini con i teli, né con borse.  Se i bagnini vedono teli incustoditi sui lettini li portano via. Fate attenzione anche alla pavimentazione bagnata. Ci sono zone lisce in cui è facile scivolare.

Le docce sono chiuse, e ben pulite. Potete usare shampoo e bagnoschiuma. L’unica pecca sono gli asciugacapelli, poco funzionali. Per i capelli medio-lunghi si perde più di un ora ad asciugare. E purtroppo non  ci sono prese per poter usare fhon propri o piastre. 

Le piscine

L’acqua termale del parco è di natura salso-bromoiodica e sgorga pura a 47°. Grazie alle alte temperature e alla ricchezza di minerali, stimola il sistema immunitario e sviluppa proprietà antinfiammatorie e antisettiche. La temperatura varia da piscina a piscina, ed ogni vasca ha una sua peculiarità.

Uscendo dagli spogliatoi si accede immediatamente alla Zona Caracalla. Sono le uniche  piscine interne alla struttura, con vasche comunicanti tra loro, arricchite da incantevoli cascate e diversi punti per idromassaggio. Al centro della vasca è posizionato un piccolo bar, dove potete sorseggiare tisane, centrifughe e succhi di frutta stando beatamente seduti su uno sgabello immerso in acqua. Meraviglioso. Anche nostra figlia si è divertita a fare la vip bevendo il suo cocktail ( acqua frizzante) appoggiata al bancone.

Aquardens, terme di Verona, viaggio con bambini, trevaligie

 All’interno della montagna che si erge al centro della vasca trovate la grotta dell’ armonia. Qui potrete immergervi tra musicoterapia e cromoterapia, e se non c’è molta affluenza potreste anche riuscire a rilassarvi sul serio. La temperatura in questa zona è sui 35°, quindi massimo venti minuti di immersione, poi riposatevi sui lettini.

Area relax per gli adulti

Dalla parte opposta trovate un area esclusiva per adulti, con vasca  salina e bagno di vapore. Un toccasana per chi come me, soffre di allergie. I suoi vapori sono davvero benefici per le vie respiratorie. Inoltre il calore agisce sulla circolazione sanguigna e purifica la pelle. Nelle vicinanze c’è anche un fantastico percorso Kneipp, che vi consiglio assolutamente di fare. Acqua davvero ghiacciata ( il primo impatto fa mancare il respiro) alternata ad una vasca con 38°. Fate almeno sei giri per avere delle gambe più che toniche. Provare per credere.

Accanto al bar trovate la piscina idromassaggio dedicata ai più piccoli, 60 cm di profondità per garantire anche  a loro un momento di relax in tutta sicurezza.

Attraverso un tunnel potete raggiungere la prima piscina esterna, la Laguna. Una meravigliosa piscina in cui rilassarsi con i getti d’acqua assaporando ogni sfumatura del paesaggio circostante. Nuotare in quest’acqua calda circondati dalle montagne della Valpolicella innevate è stata un esperienza inebriante. Da questa laguna centrale si diramano poi diverse vasche. Entrate nella bellissima Grotta della Fonte, in cui sgorga l’acqua termale, poi da qui avete l’accesso a diverse piscine. Potete farvi trasportare nelle acque del River, un torrente da fare anche controcorrente per tonificare il corpo, o nuotare nei laghi termali, riposandovi di tanto in tanto sui lettini a bordo vasca.

Il Sauna Village

E’ stato poi appena inaugurato il bellissimo Sauna Village, un vero e proprio villaggio fatto esclusivamente di saune. Ogni sauna ha  la propria ambientazione, in modo da poter  rivivere le diverse esperienze saunistiche del mondo.  Anche quest’area è attrezzata con bar in acqua, lettini con vista panoramica e una spiaggia, disponibile solo nel periodo estivo. Potete richiedere inoltre  percorsi ad hoc,  facendovi seguire da  personale qualificato. L’ingresso in quest’area prevede un pagamento extra, ed è riservata ai maggiori di 14 anni.

Ristoranti

All’interno ci sono due aree ristoro. Il ristorante alla carte si trova al primo piano, e si affaccia sul parco termale. E’ un ristorante vero e proprio con specialità locali, aperto anche agli esterni. Nelle aree piscina invece trovate uno snack bar, con panini, tramezzini e insalate, e il Salus restaurant, un self service con diversi piatti caldi e freddi. A entrambi si può accedere tranquillamente in accappatoio.

Area bambini

Ed ecco il punto clou del parco. L’area bambini. La piscina Coccola, con acqua bassa, due  scivoli e servizio Miniclub, disponibile anche nel periodo invernale,a partire dalle ore 12.00 circa. Un animatrice trattiene anche i bimbi un po’ più grandi con giochi da tavolo, perline etc. Durante l’inverno l’area è coperta da una specie di tensostruttuta, ed è facilmente accessibile dall’edificio principale. D’estate è scoperta. Di solito nei week end fanno capolino i personaggi dei cartoni animati. Noi abbiamo potuto scattare una foto con i Pat Patrol! A parte la foto non abbiamo proprio usufruito di questa zona. Approfittando del fatto che tutte le piscine sono accessibili ai bambini, l’abbiamo sempre portata con noi alla scoperta di ogni angolo di questa struttura. Ma se avete intenzione di prenotare massaggi, o di fare percorsi nelle aree dedicate agli adulti potete approfittare di questo angolino attrezzato e del servizio di animazione.

Idea regalo

Il venerdì e il sabato le piscine sono aperte fino a mezzanotte, inoltre se guardate sull’area eventi del sito, troverete tante idee per rendere ancora più piacevole il soggiorno.

Un idea regalo? Una festa di compleanno a sorpresa nelle piscine di Aquardens! Il festeggiato ha l’ingresso gratuito per tutta la settimana in cui compie gli anni, e Aquardens propone diversi pacchetti per una giornata indimenticabile. Aperitivo o brindisi di benvenuto, massaggi, rituali personalizzati, o ingressi di gruppo al Sauna Village.
Per richiedere un preventivo scrivete a: info@aquardens.it

 

 

Se vi è piaciuto l’articolo leggete anche Sul lago di Garda non ci si annoia mai! La nostra esperienza nelle città che costeggiano il Lago di Garda

2 thoughts on “Aquardens: alle terme di Verona con i bambini

    1. Fai bene, è più gestibile. Anche se noi siamo stati a Capodanno lo scorso anno, e ti devo dire che le piscine sono talmente ampie che nn si nota l’affluenza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *