Top
  >  Europa on the road   >  La Camargue: Saintes Maries de la Mer e i fenicotteri rosa
Camargue con i bambini, viaggio on the road, trevaligie

Camargue: terra di “promemade a cheval” e di fenicotteri rosa. Una landa quasi desertica, solo pascoli e piccole zone lacustri, dove galoppano cavalli bianchi e  pascolano mandrie di tori, mentre migliaia di fenicotteri dipingono di rosa gli stagni, habitat prezioso per oltre 400 specie di uccelli. Passeggiare al tramonto nelle zone di campagna vi permettere di ammirare  i fenicotteri durante i loro splendidi voli. Alzandosi lievi dagli stagni lasciano cadere impalpabili goccioline d’acqua, che illuminate dagli ultimi raggi del sole, creano spettacolari sfumature di colori. 

Camargue con i bambini, viaggio on the road, trevaligie

Les Saintees Maries de la mer

Il centro del paese è  piccolo e grazioso, con piccole case imbiancate a calce, e ristoranti con tavoli sui marciapiedi. Sedersi a bere una birra nei locali che affacciano sulla spiaggia è davvero piacevole. A pochi passi dal centro poi, si possono trovare le fattorie dove fare le passeggiate a cavallo e dove poter vedere gli allevamenti di tori. 

Camargue, Francia, sainte mariée de la mer, viaggio on the road, trevaligie

Per quanto riguarda la cucina, potete trovare soprattutto piatti  a base di carne di toro, e la paella, data la vicinanza con la Spagna. Un’altra specialità del luogo sono le olive e il riso, che potete portare via anche come souvenir. Ci sono molti negozietti carini dove poter acquistare, oltre al riso, anche profumate creazioni fatte con la lavanda. 

Nel cercare un posto dove dormire ci siamo lasciati influenzare da una bizzarra insegna con la scritta     Mangio Fango         e da quello che abbiamo scorto dietro la stessa.  Una struttura tutta bianca, in  raffinato stile mediterraneo. Abbiamo preso una stanza qui, attratti dai giardini curati, e da una bella piscina all’aperto. Inoltre  si trova a 15 minuti a piedi dalla spiaggia e dal centro del paese.  Perfetto se avete bambini, perché la passeggiata è gradevole e non impegnativa.  Non   potevamo trovare sistemazione migliore, una vera e propria oasi di pace,  per passare questo giorno immersi nella natura selvaggia della Camargue.

 

 Un po’ di storia

Camargue, Francia, sainte mariée de la mer, viaggio on the road, trevaligie

Le “Marie” che danno il nome al paese sono Maria Salome e Maria Jacobè , che secondo la leggenda sarebbero arrivate in questi luoghi dopo aver vagato in mare su una barca  assieme a una serva chiamata Sara. Le statue delle tre donne si trovano nella chiesa del paese: le due Marie raffigurate sulla barca, vengono portate in processione nella ricorrenza dello sbarco, mentre a Sara, diventata la patrona dei gitani, è dedicata la statua nella cripta. Vale la pena salire fin su la terrazza della chiesa delle Saintes Maries, per godere dello splendido panorama sottostante.

Camargue, Francia, sainte mariée de la mer, viaggio on the road, trevaligie

Per spezzare un po’ il soggiorno il giorno dopo ci siamo avventurati ad Aigues Mortes, piccolo paese cinto da  mura medievali: la visita dei bastioni regala una vista eccezionale sulla città e sulle paludi circostanti, che al tramonto si accendono di luci e colori spettacolari. Avremmo dovuto visitare le sue famose saline, ma  arrivati in paese ci siamo lasciati travolgere dal festival gitano, che andava in scena proprio in  quel giorno. Tra scenografiche sfilate di cavalli e cavalieri e balli della tradizione nomade è volata la giornata, e solo lungo la strada del ritorno abbiamo potuto ammirare gli incantevoli riflessi di luce delle montagne di sale.

Volete conoscere altre tappe del nostro viaggio on the road attraverso la Francia? Vi porto a  Carcassone: il borgo medievale più bello della Francia.

Se vi è piaciuto l’articolo vi invito a seguire anche la pagina Facebook di Trevaligie.com e il profilo Instagram per restare aggiornati su tutti i miei prossimi articoli e sui nostri viaggi on the road! 

Ciao! Io sono Lisa, moglie e mamma viaggiatrice. Viaggiare per me è scoprire posti nuovi, girando e assaporando i profumi e le prelibatezze dei luoghi che visito. Che sia per un mese o per un week end le nostre tre valigie sono sempre pronte!

Comments:

  • AvatarAvatar
    Gennaio 14, 2019

    Che meraviglia, la mia infanzia è legata proprio a questi luoghi incantevoli! Il mare, i cavalli, la natura selvaggia… Quanto mi piacerebbe tornarci! Grazie per avermi fatto rivivere, con le tue parole, questi momenti spensierati 🙂

    reply...
  • AvatarAvatar
    Novembre 19, 2019

    Una canzone che amo molto dice “lungo la strada, persi la via… la ritrovai a Les Saintes Maries”. Adoro quel pezzo di Camargues: passerei mesi tra lì e Aigues Mortes.

    reply...
  • AvatarAvatar
    Aprile 22, 2020

    Conosciamo benissimo la Camargue e ormai a Saintes Maries siamo quasi di casa; è una zona meravigliosa in tutte le stagioni e offre attività ed escursioni per tutti i gusti oltre ad un po’ di sano e meritato relax. Ci tornerei anche subito.

    reply...
  • AvatarAvatar
    Aprile 22, 2020

    Un luogo dove vorrei andare da sempre e un sogno che non ho ancora realizzato. Vorrei andare durante il periodo pasquale perché ci sono cerimonie molto particolari.

    reply...
  • AvatarAvatar
    Maggio 26, 2020

    Aigues Mortes ha un fascino pazzesco con quelle mura possenti a due passi dall’acqua. E, hai ragione, il tramonto sui mucchi di sale, è indimenticabile

    reply...

post a comment