Top
  >  Consigli di viaggio  >  Dove andare a maggio in Italia
dove andare a maggio in Italia

Maggio è il mese perfetto per esplorare i magnifici giardini, i caratteristici borghi e i tanti parchi d’Italia. In questo mese infatti il clima nella penisola è generalmente mite e piacevole. Le temperature cominciano a salire, ma non sono ancora troppo calde: è il momento perfetto per godersi il sole senza il caldo eccessivo dell’estate. In questo mese inoltre, molti luoghi turistici non sono ancora affollati come durante i mesi estivi. Questo significa che è possibile visitare monumenti, musei e attrazioni senza lunghe code e godersi un’esperienza più autentica e rilassata. Inoltre, i prezzi degli alloggi e dei trasporti tendono ad essere più convenienti rispetto alla stagione alta. Vediamo quindi dove andare a maggio in Italia, alla scoperta dei paesaggi più incantevoli, dalle coste bagnate dal mare cristallino alle colline punteggiate di vigneti e uliveti.  Ogni regione del Bel Paese offre panorami mozzafiato che vale la pena esplorare.

Dove andare a maggio in Italia

Rilassati a Borghetto sul Mincio, nel Veneto

Se stai cercando un posto in cui passeggiare a passo lento godendoti meravigliosi scorci paesaggistici Borghetto sul Mincio è la meta perfetta per te.  E’ un piccolo e affascinante borgo situato al confine tra Veneto e Lombardia. Nonostante le dimensioni ridotte, offre diverse attività e attrazioni interessanti da sperimentare durante il mese di maggio.

Il paesaggio intorno a Borghetto sul Mincio è caratterizzato dalla presenza del fiume Mincio e dalla sua rigogliosa vegetazione. Puoi affittare una bicicletta per te e per i membri della tua famiglia ed esplorare i sentieri ciclabili che seguono il corso del fiume, godendoti la tranquillità della natura e i panorami pittoreschi lungo il percorso. A pochi chilometri da Borghetto poi si trova Valeggio sul Mincio, un incantevole borgo medievale famoso per il suo ponte visconteo, per i suoi mulini ad acqua e i suoi canali pittoreschi. Fai una passeggiata lungo le rive del fiume, ammira i mulini meravigliosamente restaurati e assapora le specialità locali presso i ristoranti lungo l’acqua. Perdersi tra le strette stradine del centro storico di Valeggio sul Mincio è un’esperienza affascinante, fiabesca come poche. 

Esplora il Parco del Mincio

Nelle vicinanze trovi il Parco del Mincio, un’area naturale protetta che offre una grande varietà di habitat, dalla campagna aperta alle zone umide e ai boschi. Organizza un’escursione a piedi lungo i sentieri del parco, osservando la fauna selvatica e ammirando gli antichi mulini e i borghi medievali lungo il fiume.

La regione intorno a Borghetto sul Mincio è famosa poi per la produzione di ottimi vini, formaggi e salumi. Puoi approfittare della tua  visita per degustare i prodotti locali presso le cantine vinicole e le fattorie della zona, scoprendo in questo modo i sapori autentici della cucina regionale.

Nei dintorni di Borghetto sul Mincio si trovano diversi castelli medievali che testimoniano la storia ricca e affascinante della regione. Non perderti il Castello di Valeggio sul Mincio o il Castello di Monzambano poichè esplorando le loro imponenti strutture e ammirando i panorami circostanti potrai fare incetta di cultura, storia e folklore locale.. A breve distanza da Borgetto sul Mincio trovi inoltre il Parco Giardino Sigurtà, perfetto per essere esplorato a maggio.  In questo mese infatti la fioritura primaverile raggiunge il suo apice, colorando ogni angolo di tonalità meravigliose. Incontri infatti infatti i campi di tulipani, le aiuole di rose, i laghetti tranquilli e gli alberi secolari in fiore mentre passeggi per questo magnifico giardino.

Ammira la fioritura della piana di Castelluccio, in Umbria

La primavera in Italia porta con sé una fioritura spettacolare. I paesaggi si riempiono di colori con campi fioriti, giardini in fiore e alberi rigogliosi. È il momento ideale per ammirare la bellezza della natura e fare passeggiate tra i parchi, i giardini e le campagne italiane.Castelluccio di Norcia in questo periodo ti può regalare un’esperienza straordinaria e indimenticabile. Situato nel cuore del Parco Nazionale dei Monti Sibillini, questo piccolo borgo incantato è famoso per i suoi vasti campi fioriti, che si trasformano in un mare di colori durante la stagione primaverile. Tra la fine di maggio e l’inizio di luglio, i campi di Castelluccio di Norcia si riempiono di fiori selvatici, creando uno spettacolo mozzafiato. Papaveri, margherite, ranuncoli e dei campi coltivati a lenticchie dipingono la campagna con sfumature vibranti, attirando fotografi, artisti e amanti della natura da tutto il mondo.

La primavera è il momento perfetto per esplorare la bellezza naturale dei Monti Sibillini e dei dintorni di Castelluccio. Numerosi sentieri escursionistici conducono attraverso valli, creste e laghi alpini, offrendo panorami mozzafiato e l’opportunità di avvistare la flora e la fauna locali. Tra le escursioni più popolari sono quella al Lago di Pilato e quella alla Sibilla.

Dove andare a maggio in ItaliaTra maggio e giugno poi Castelluccio e i paesi circostanti celebrano le loro tradizioni e la loro cultura con una serie di eventi folkloristici e festività locali. La Festa della Fioritura ovviamente è uno degli eventi più attesi. I residenti celebrano l’arrivo della primavera con sfilate, musica dal vivo e degustazioni di prodotti tipici.

La primavera è anche il momento ideale per assaggiare la cucina tradizionale dell’Umbria e Castelluccio eccelle in campo gastronomico.  Dai formaggi pecorini alle zuppe di legumi, passando per i salumi locali e i piatti a base di funghi, i ristoranti e le trattorie della zona offrono un’ampia selezione di prelibatezze culinarie da gustare. 

Se sei amante della fotografia e dell’arte, Castelluccio di Norcia offre infinite opportunità per catturare immagini mozzafiato e ispirare la creatività. I colori vivaci dei campi fioriti, combinati con la luce soffusa e i paesaggi suggestivi, forniscono uno scenario ideale per scatti indimenticabili.

Dove andare a maggio in Italia. E se la meta fosse la costa dei Trabocchi?

La costa dei trabocchi, situata lungo la costa adriatica dell’Abruzzo, è una delle zone più suggestive e affascinanti della regione. In primavera, questa zona si risveglia con il tepore del sole e offre una miriade di esperienze da vivere e luoghi da visitare. Questa costa prende il nome dalle costruzioni tipiche di legno che si protendono sul mare, anticamente utilizzate dai pescatori locali per la pesca: i trabocchi. Oggi queste caratteristiche strutture, completamente restaurate e portate a nuovo splendore, sono diventate deliziosi ristoranti panoramici, che offrono ai turisti esperienze gastronomiche degne di nota. Cosa c’è di più entusiasmante che gustare un piatto a base di pesce fresco in riva al mare? 

Visita la Riserva Naturale di Punta Aderci

La costa dei trabocchi inoltre è circondata da riserve naturali e parchi che offrono una vasta gamma di habitat naturali da esplorare. La Riserva Naturale di Punta Aderci, ad esempio, è un’area protetta con spiagge incontaminate, scogliere rocciose e una ricca flora e fauna. In primavera, i colori vivaci della natura si risvegliano e rendono queste riserve ancora più affascinanti.

La costa dei trabocchi infine è punteggiata da incantevoli borghi e città costiere che meritano una visita. Borghi come Vasto, Ortona e San Vito Chietino sono ricchi di storia, cultura e tradizioni locali. Passeggiare per le strette vie medievali, esplorare antichi castelli e ammirare l’architettura costiera sono solo alcune delle attività da fare in questi affascinanti luoghi.

Nel mese di maggio la costa dei trabocchi offre numerose opportunità per fare attività all’aria aperta, perfette per le famiglie con bambini.  Puoi fare escursioni lungo i sentieri della costa, organizzare gite in bicicletta lungo le piste ciclabili panoramiche e puoi cimentarti in sport acquatici come il surf e il kayak. 

Raggiungi la Riviera dei Cedri, in Calabria

La Riviera dei Cedri, situata lungo la costa tirrenica della Calabria, è una delle gemme nascoste più preziose della regione. Le spiagge della Riviera dei Cedri, con la loro sabbia dorata e le acque cristalline, sono perfette per rilassarsi e prendere il sole in primavera. Da Praia a Mare a Scalea, ci sono numerose spiagge da scegliere, alcune delle quali offrono anche servizi come lettini, ombrelloni e in cui è possibile noleggiare attrezzature per praticare sport acquatici.

La Riviera dei Cedri è punteggiata da borghi e città storiche ricche di fascino e storia. Diamante, con i suoi murales colorati e le strette vie medievali, è un luogo da non perdere. Anche Belvedere Marittimo e Santa Maria del Cedro offrono scorci incantevoli e una lunga storia da scoprire, passo dopo passo. La Calabria poi è una terra ricca di natura incontaminata e paesaggi mozzafiato, e maggio è il mese perfetto per esplorarli. Lungo la Riviera dei Cedri ad esempio ci sono numerosi sentieri escursionistici che offrono viste spettacolari sul mare e sulle montagne circostanti. Il Parco Nazionale del Pollino, a breve distanza, offre una vasta gamma di percorsi escursionistici in cui camminare a stretto contatto con. la natura della zona. 

Dove andare a maggio in ItaliaLa cucina calabrese inoltre è famosa per la sua semplicità e autenticità, e la Riviera dei Cedri offre numerose opportunità per assaggiare le specialità locali. Non farti mancare portate a base di pesce fresco, come la frittura e la pasta con le sarde, e assaggia i formaggi e i salumi tipici dell’entroterra, accompagnati da buon vino locale. 

Vola ( nel vero senso della parola ) a Castelmezzano, in Basilicata

Sei mai stato a Castelmezzano? E’ un incantevole borgo situato tra le Dolomiti Lucane, in Basilicata, e offre non solo paesaggi naturali spettacolari ma anche una varietà di attività e esperienze uniche da fare. Una delle attrazioni più famose di Castelmezzano è infatti il “Volo dell’Angelo”. Questa emozionante esperienza ti permette di volare attraverso le valli e le montagne della regione sospeso su una fune d’acciaio, fino a raggiungere Pietrapertosa, un altro piccolo borgo incastonato nelle Dolomiti Lucane.  Per effettuare il volo hai a disposizione due linee, una di 118 l’altra di 130 metri di lunghezza. Tutti e due i percorsi si trovano a una quota di 1020 metri di altezza. Inoltre durante il tragitto riesci a volare a circa 120 km orari, godendo di una vista mozzafiato dei panorami circostanti. È un’esperienza unica e indimenticabile da provare se sei un amante dell’avventura e degli sport adrenalinici. 

Le Dolomiti Lucane offrono poi numerosi sentieri escursionistici che permettono di esplorare la bellezza naturale della zona. A maggio, con la natura che si risveglia dalla stagione invernale, è il momento perfetto per fare escursioni e trekking tra le montagne, godendo dei panorami spettacolari e della ricchezza della flora e della fauna locali. Perdersi tra le strette stradine del borgo antico di Castelmezzano è un’esperienza affascinante.

Dove andare a maggio in Italia. Cerca i simboli dei Templari

Ammira quindi l’architettura tradizionale delle case di pietra, esplora le antiche chiese e scopri i segreti di questa località, legati all’Ordine dei Templari. Eh già…nel centro storico di Castelmezzano trovi numerose tracce del passaggio di questi famosi cavalieri, soprattutto raggiungendo la Rocca Templare, posta proprio sulla vetta della montagna su cui sorge il piccolo borgo medievale. La scalata è impegnativa ma una volta in cima puoi godere di una vista mozzafiato sulla vallata. 

La cucina lucana inoltre è ricca di sapori autentici e genuini, e Castelmezzano offre numerose opportunità per assaggiare le specialità locali. Dai piatti a base di carne alla ricca varietà di formaggi e salumi, passando per i dolci tradizionali, c’è qualcosa per soddisfare ogni palato, di grandi e piccini. Castelmezzano ospita anche un rinomato ristorante, suggerito dalla guida Michelin: Al becco della civetta. Qui puoi assaporare i piatti della tradizione lucana tramandati di generazione in generazione, preparati dalle mani di Antonietta Santoro, chef di fama nazionale.

Dove andare a maggio in Italia? A Siracusa!

Anche a Siracusa, città siciliana ricca di storia, cultura e bellezze naturali, ci sono molte cose interessanti da vedere e fare durante il mese di maggio. Il Parco Archeologico della Neapolis ad esempio è una delle principali attrazioni della città, e comprende il celebre Teatro Greco, l’Orecchio di Dionisio, l’Anfiteatro Romano e la Tomba di Archimede. In maggio, il clima mite rende piacevole visitare questi antichi siti e ammirare la ricchezza storica della città. Ortigia poi,  il cuore pulsante di Siracusa, è un labirinto di strade medievali, piazze affascinanti e antichi monumenti. Passeggiare per le sue strette vie è un’esperienza unica, e qui puoi scoprire la vera essenza della Sicilia, tra tesori architettonici come il Duomo di Siracusa, la Fonte Aretusa e il Castello Maniace. In maggio il clima temperato rende ancora più piacevole esplorare questa affascinante isola.

A pochi chilometri da Siracusa si trova invece la Riserva Naturale di Vendicari, un’oasi di biodiversità che offre spiagge incontaminate, lagune costiere e una ricca fauna e flora. In maggio, è il momento perfetto per fare escursioni tra i sentieri naturali della riserva e godersi il mare cristallino e le spiagge di sabbia dorata.

dove andare a maggio in ItaliaRaggiungi la Riserva Naturale Cavagrande del Cassibile

Sempre nel siracusano puoi raggiungere la Riserva Naturale Cavagrande del Cassibile, un’area protetta situata nella parte sud-orientale della Sicilia. Questo paesaggio mozzafiato, inciso dal fiume Cassibile nel corso di millenni, offre uno spettacolo naturale unico caratterizzato da canyon profondi, pareti rocciose, cascate, laghetti e vegetazione rigogliosa. La riserva è caratterizzata dalla presenza dei canyon del Cassibile, che si estendono per circa 10 chilometri e raggiungono profondità fino a 300 metri. Questi canyon, scolpiti dall’azione erosiva del fiume nel corso di milioni di anni, creano uno spettacolo naturale suggestivo e selvaggio. Le pareti rocciose sono caratterizzate da stratificazioni geologiche che testimoniano l’antica storia della regione.

Una delle attrazioni principali della riserva sono le piscine naturali che si formano lungo il corso del fiume. Queste pozze d’acqua cristallina, circondate da pareti rocciose, offrono l’opportunità di fare il bagno in un ambiente naturale spettacolare e rinfrescante. Molte di queste piscine sono accessibili solo attraverso sentieri escursionistici che attraversano il canyon.

La riserva offre una serie di sentieri escursionistici che consentono ai visitatori di esplorare il canyon, scoprire le sue attrazioni naturali e godere dei panorami spettacolari. Tra i sentieri più famosi vi sono il Sentiero delle Grotte, che conduce alle grotte scavate nella roccia, e il Sentiero delle Vasche, che permette di raggiungere le piscine naturali e le cascate.

L’accesso alla Riserva Cavagrande del Cassibile avviene attraverso diverse entrate, tra cui quella principale situata nei pressi del paese di Avola Antica. Ti consiglio di informarti anticipatamente sulle condizioni dei sentieri e delle piscine prima della visita, in quanto alcuni percorsi possono essere impegnativi e richiedere una buona preparazione fisica.

 

Ciao! Io sono Lisa, mamma on the road. Viaggiare per me è scoprire posti nuovi, girando e assaporando i profumi e le prelibatezze dei luoghi che visito. Che sia per un mese o per un week end le nostre tre valigie sono sempre pronte!

Annalisa@trevaligie.com