Grasse, la città dei profumi, Viaggio on the road in francia, trevaligie
Europa on the road

Grasse. La città dei profumi.

Un’altra bellissima tappa del nostro viaggio on the road in terra francese è stata la cittadina di Grasse, conosciuta nel mondo per le sue famose essenze. 

Grasse, la città dei profumi, Viaggio on the road in francia, trevaligie

Storia dei profumi di Grasse

Fù grazie a  Caterina de Medici, che qui si iniziarono a produrre fragranze per aromatizzare gli abiti delle nobildonne. Da allora si intensificarono, nella zona collinare circostante, coltivazioni di diverse varietà di fiori, oltre alla già esistente lavanda, riempiendo queste terre di colori in quasi tutte le stagioni. Ancora oggi l’economia di Grasse si regge sulle sue profumerie. Ce ne sono più di quaranta, e tutte producono essenze uniche e su misura del cliente. 

Qui fu creato il famoso profumo Chanel N°5

Fù Coco Chanel poi a portare di nuovo alla ribalta le essenze di Grasse, commissionando ad Ernest Beaux un profumo particolare e unico, che non avesse ” nessun olezzo di rose o mughetto”. Grazie all’incontro dei due, nacque il famoso Chanel N°5, il profumo più famoso al mondo.

Per la realizzazione di Chanel N°5 furono usati  più di ottanta ingredienti, e la nota di base è proprio quella del gelsomino di Grasse.  Non solo le essenze usate, anche il nome del profumo era innovativo. Pare che Coco Chanel lo abbia scelto dopo avere annusato la quinta boccetta di prova che Beaux aveva preparato per lei. 

Grasse, la città dei profumi, Viaggio on the road in francia, trevaligie

Il centro storico

In questo bellissimo borgo francese siamo arrivati dopo aver lasciato Cannes, da cui dista circa venti minuti. Accogliente e riservata, la città vanta un piccolo centro storico, in cui non potrete fare altro che seguire il vostro olfatto. L’aria è impregnata di essenze floreali, a tratti coperte dal profumo delle baguette appena sfornate e dei dolcetti tipici locali che si possono trovare in ogni boulangerie. In centro si trova anche il famoso Musée International de la Parfumerie , tappa obbligatoria per conoscere la storia delle fragranze di Grasse.

Visita alla Fragonard. La maison storica di Grasse

Le maison storiche di profumi a  Grasse sono tre.  La Molinard , la Galimard e la Fragonard .

Noi abbiamo visitato la Fragonard, la più antica del paese, visitabile gratuitamente. E’ davvero un istituzione qui a Grasse, e le sue fragranze rappresentano appieno la città e  i suoi  profumi naturali. Aria di mare, odore di gelsomini, limoni dorati al sole. Durante la visita vengono spiegate le varie fasi di lavorazione del profumo, partendo dal fiore fino ad arrivare al confezionamento. Alla fine del percorso si accede alla boutique della maison, dove si possono acquistare tutti i prodotti in produzione, non solo profumi ma anche candele, saponi etc. All’interno inoltre, c’è un piccolo museo della famiglia, dove tra le varie attività in programma, è possibile seguire un mini corso di un paio d’ore in cui insegnano a riconoscere le virtù degli oli essenziali.

Grasse, la città dei profumi, Viaggio on the road in francia, trevaligie

Nella piazza principale invece si tiene ogni mattina il mercato dei fiori, contornato da graziose brasserie e bellissimi palazzetti molto curati. Borgo da visitare rigorosamente a piedi, lasciandosi trascinare dall’olfatto e dalla calma che regna tra le sue mura. 

Cosa mangiare a Grasse 

 Grasse intriga e stupisce anche per i suoi piatti tipici.  Assolutamente da assaggiare è la Fougacette, una focaccia ai fiori d’arancia che trovate in ogni boulangerie. Da mangiare rigorosamente con le mani, mentre si è in passeggiata tra i profumi del centro storico. Il piatti tipico della città è il Lou fassoum, una portata a base di cavolo. Si trova un pò in tutti i bistrot locali, assieme al risotto ai legumi e all’agnello in crosta d’erbe.

Grasse, la città dei profumi, Viaggio on the road in francia, trevaligie

Se vi è piaciuto l’articolo vi invito a seguire anche la pagina Facebook di Trevaligie.com e il nostro profilo Instagram, 

Seguimi sui social

41 commenti

  • Simona

    Pensa che connessione incredibile con Coco e non lo sapevo! I profumi sono qualcosa di estremamente particolare con tutte le possibili variazioni che esistono. Bello capirne meglio la realizzazione e soprattutto capire come e quando siano stati scelti per creare qualcosa di unico!

    • Annalisa Spinosa

      E’ davvero interessante e a tratti emozionante, conoscere la storia delle famiglie che vivono di questo da centinaia di anni, generazione dopo generazione.

  • Giovy Malfiori

    Cavolo, quanto mi piace Grasse… e che ricordi mi hai fatto venire in mente. Quando sono stata là, non mi sono dedicata ai profumi ma le fragranze erano di certo nell’aria. Che bellezza quel pezzo di Francia!

  • Ylenia Pravisani

    Non immaginavo che Coco Chanel avesse creato il suo profumo qui! Avevo sentito parlare di Grasse ma non l’avevo considerata come meta per un possibile viaggio. Ultimamente sono attratta dalla zona e dall’idea di un on-the-road, il tuo articolo è proprio arrivato nel momento giusto 🙂

  • Flavia

    Ero stata in costa Azzurra per la Pasqua di tantissimi anni fa e nel tour avevamo incluso Grasse e la visita ad un laboratorio di profumi! Nonostante siano passati tanti anni ricordo benissimo la visita, la passione di chi produce questi profumi e anche la difficoltà nell’incontrare il mix giusto

  • Blery&Ily

    Pensare che sono stata proprio a Cannes un paio di anni fa e non mi sono informata abbastanza su Grasse. Avessi letto prima questo articolo avrei sicuramente fatto un salto a vedere questa cittadina.

  • Sabrina

    Grasse è un borgo che proprio non conoscevo, sono affascinata dalla minuziosa arte dei profumieri… Se organizzerò un viaggio nel sud della Francia terrò senz’altro in considerazione una deviazione qui! Grazie mille 😊

  • Valentina

    Grasse è proprio un gioiellino 🙂 Ci sono stata da bambina con i miei genitori e qualche anno fa mentre mi trovavo in Costa Azzurra per seguire un corso di francese. Qualche settimana fa sono tornata nel sud della Francia per ammirare la fioritura della lavanda, ma per mancanza di tempo non sono riuscita a fermarmi di nuovo a Grasse… sarà per la prossima volta 🙂

  • Veronica

    Immagino l’intenso profumo anche per le strade. Non sapevo che proprio a Grasse fosse nato il famoso profumo di Coco, una storia molto interessante. Sicuramente se mi ci trovassi, andrei subito a mangiare la focaccia ai fiori d’arancia.

  • Ilaria Fenato

    Non sapevo che questo luogo, che avevo già sentito nominare, fosse collegato sia a Caterina De Medici che a Chanel! Che combinazione fantastica. Adoro la descrizione degli odori che hai fatto, un mix buonissimo che vorrei tanto poter sentire di persona facendo una gita da quelle parti 😍

  • ANTONELLA

    Bellissima Grasse, al solo nominarla mi sembra di sentire il profumo! Bella la storia di Coco Chanel che ha chiamato nr 5 il suo profumo perchè era la quinta boccetta che annusava…

  • Moira

    Che bello!! Una tappa che feci con la scuola quando visitammo la Costa Azzurra nel lontano .. 1993. Mi piacerebbe tornarci anche solo per fare shopping. Condividerò questo articolo suoi miei social .. sallo! 🙂

  • Lucy

    Mannaggia, andare a Grasse è rimasto un mio sogno sfumato da quando ero intrippatissima con profumi ed essenze e mi ero appena trasferita in Francia. A Parigi ho visitato i due musei del profumo in un giorno, uno era proprio la Maison Fragonard, quanti ricordi!! Prima o poi ci vado però! 🙂

  • Raffaella

    Vado spesso a Grasse (mio marito lavora con alcuni aromatieri del posto) e non mi stanco mai di visitarla. Il periodo dell’anno che preferisco? tra maggio e giugno, quando non è ancora invasa dai turisti.

  • Chloe

    Ahhhh! Ne ho sempre sentito parlare ma non avevo mai approfondito la storia! Gia’ ero curiosa per via dei profumi, poi quando ho letto della focaccia ai fiori d’arancia… vabbeh, ciao! Io parto! 😀

  • Fabiana

    Un luogo che visito e rivisito non ho appena ho tempo o ci capito! L’ultima la scorsa estate durante un giorno piovoso..Grasse è davvero magica e ogni angolo profuma di buono..

    • Annalisa Spinosa

      E come profuma! Io non sono mai stata così felice di girare in una città… solo aromi terapeutici per il mio stress!

  • Silvia The Food Traveler

    Sono stata a Grasse anni fa durante la vacanze di Pasqua e ricordo ancora il profumo di che si respirava in giro per la cittadina. Avevamo visitato Fragonard e ricordo ancora che rimasi affascinati dalle confezioni dorate del profumo.
    Tra l’altro un paio di settimane fa sono stata a Eze, dove esiste la fabbrica-museo più recente (e più piccola della famiglia Fragonard). Ovviamente dopo la visita non ho saputo resistere alla tentazione e ho fatto scorta di profumi, creme, saponette…

    • Annalisa Spinosa

      Anche io feci scorta di ogni cosa color lavanda. Ancora ho tutto ben custodito in cassetti armadi. E nonostante il tempo passato, la fragranza è rimasta abbastanza intatta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *