Top
  >  Consigli di viaggio   >  #iorestoacasa… per tornare a viaggiare più di prima

#iorestoacasa, apro le finestre, lascio entrare la prima luce del mattino. L’odore lieve della salsedine spinta dal mare, dalle onde leggere arriva sotto il naso, sul viso, tra i capelli, invade il salone.

#iorestoacasa, coloro i balconi

#iorestoacasa, faccio colazione, bevo caffè bollente. Oggi #iorestoacasa e faccio “balconaggio”. Pulisco tavoli, sedie e pavimenti, curo le piante che tanto ho trascurato quest’inverno. Do colore alle ringhiere. Questa settimana il balcone sarà il nostro migliore amico. Niente palestra, niente piscina, rapporti umani quanto basta. Faremo i compiti sedute al sole, sorseggiando succhi di frutta biologici. Porto il cane a spasso, si. Non abbraccio chi incontro, saluto con un sorriso. Una corsa sulla sabbia calda, una scodinzolato con l’amico di giochi. Un pò di sole non fa male a nessuno se rispetto le semplici regole suggerite dal ministero della salute.

#iorestoacasa, prevenzione per il coronavirus, italia, trevaligie

#iorestoacasa, viaggio con la lettura

#iorestoacasa, guardo la libreria con occhi nuovi. Ci sono tanti libri ancora mai letti. Posso viaggiare comunque. Nelle pagine paesi esotici sconosciuti, luoghi misteriosi, personaggi ambigui e passioni ardenti. Tra le parole sogni da esaudire, amori struggenti, esploratori impavidi, scorci inediti di nazioni lontane. Ma anche navi, treni, antichi battelli. Capitani intrepidi in cerca di tesori sperduti.

#iorestoacasa, prevenzione per il coronavirus, italia, trevaligie

#iorestoacasa, preparo i piatti della tradizione

Nella dispensa farina, zucchero, cioccolato aspettano di essere mescolati alle uova, al latte. E’ il momento di ritrovare il contatto con la tradizione. Scavo tra i quaderni ritrovare le ricette della nonna, tra i ricordi per ripeterne i gesti precisi. Faccio gnocchi, tielle, crostate, tortani e pastiere. In fondo Pasqua è vicina. 

#iorestoacasa, italia, viaggio in italia, trevaligie

#noirestiamoacasa e costruiamo Lego al sole

#iorestoacasa, e la bimba con me, con noi. Portiamo avanti il programma didattico, facciamo lavoretti per la festà del papà, innaffiamo piante, costruiamo Lego. Creiamo paesaggi e personaggi fantastici, esploriamo foreste con il camper fatto di mattoncini, invitiamo omini di tutti i colori al nostro barbecue. Viaggiamo con la fantasia. Non la porto nei negozi, nei luoghi affollati. Non la porto nei bar. Ci godiamo il sole fuori il balcone che tanto abbiamo curato. Passeggiamo solo nel verde, nella natura incontaminata o sulla spiaggia assolata. Niente abbracci con gli amichetti, attenzione agli starnuti, ai colpi di tosse, alle mani in bocca. Piccoli accorgimenti che tutelano noi e gli altri.

LEGO, giochi per bambini, trevaligie

Elimino il superfluo e faccio spazio al nuovo

Sistemo finalmente l’armadio. Butto via il vecchio, apro le porte al nuovo. Cerco ottimismo, e incomincio a cercarlo eliminando il superfluo, facendo spazio alle novità, alla speranza.  #iorestoacasa, guardo un film, mangio pop corn. Sperimento trecce olandesi e francesi sulla testa della mia bimba, e lei sulla testa della sua Barbie. Facciamo un bagno caldo, sistemiamo giochi e peluche. E mentre scaviamo nelle ceste i mini pony prendono vita, con le loro chiome colorate ci distraggono, si impossessano della casa delle bambole. Pettini, fermagli, manti colorati si rincorrono sulle scale di plastica e nell’ascensore rosa. C’è da preparare una festa al castello. Manine in fermento su piccoli tavoli da imbandire.

#iorestoacasa perchè voglio tornare a viaggiare

#iorestoacasa perchè voglio tornare a viaggiare più di prima, perchè voglio che torni la normalità in tutto il suo splendore, che riaprano aeroporti, frontiere, regioni.

#iorestoacasa, italia, viaggio in italia, trevaligie

#iorestoacasa perchè sono fiera di essere italiana, e voglio che il paese riparta più forte di prima, che nel mondo si ritorni a parlare della mia terra per le sue infinite meraviglie naturali e artistiche, non come esportatrice di virus. Ci stanno chiedendo un piccolo sforzo, facciamolo. Approfittiamo inoltre delle vacanze forzate per ritrovare noi stessi, le nostre tradizioni e una nuova gioia di vivere. Restiamo uniti e torneremo più forti di prima. 

 

Ciao! Io sono Lisa, mamma on the road. Viaggiare per me è scoprire posti nuovi, girando e assaporando i profumi e le prelibatezze dei luoghi che visito. Che sia per un mese o per un week end le nostre tre valigie sono sempre pronte!

Comments:

  • Marzo 9, 2020

    In questo momento l’unica cosa da fare è stare a casa, aspettare e sperare che questa emergenza passi presto.

    reply...
  • Marzo 10, 2020

    Ottimo messaggio Annalisa, anche io come te cercherò di evadere con la mente leggendo qualche buon libro, soprattutto letteratura di viaggio, e cucinando. Ti auguro di sfruttare al meglio questo tempo a casa, un abbraccio

    reply...
  • Marzo 10, 2020

    Io invece sono a casa a lavorare. Non mi godo il sole, se non una breve passeggiata prima di iniziare la giornata lavorativa. E’ stranissimo passare le giornate in casa con mio marito, seduti fianco a fianco nello studio con i pc. Il gatto si passeggia da solo e non ho la scusa per portarlo a spasso 🙂

    reply...
  • Marzo 10, 2020

    Questo è il tempo della responsabilità e dei sogni. Restare a casa è necessario e seriverà per realizzare i nostri sogni nel prossimo fututo! Siamo dei grandi viaggiatori è vero, ma siamo anche persone piena di mille altre passioni ed interessi. Diamo spazio a tutto questo adesso, non pensiamo solo a quello che non c’è ma, soffermiamoci su tutto quello che abbiamo!

    reply...
  • Marzo 10, 2020

    I messaggio come il tuo mi danno coraggio perché in questi ultimi giorni non riesco a pensare ad altro se non al gravissimo danno lavorativo. Per cui pensare ad altre cose da fare è molto utile: quasi quasi potrei imparare a cucinare 😉

    reply...
  • Marzo 10, 2020

    Ma infatti a pensarci è un’occasione ghiottissima. Certo non bisogna pensare al danno di produttività, se no ci impanichiamo legittimamente; ma in un’epoca in cui non facciamo che trottare di qua e di là io credo che sia importante saper approfittare dello stop forzato, e ritrovare il piacere delle cose di cui parli tu. Che poi sono quelle che ci rendono umani. (In pratica ho parafrasato un meme in cui si diceva “vi obbligano a stare a casa a non fare un chèzz e vi lamentate pure!” :D)

    reply...
  • Marzo 10, 2020

    Avrere tanto tempo da dedicare a mille cose arretrate è un sogno che si realizza. Ma il contesto non riesce a rilassare gli animi. Bisogna respirare e aspettare che questo periodo passi. Stando a casa.

    reply...
  • Marzo 12, 2020

    Davvero un bellissimo post dove si puó tornare a vedere la casa come focolare anche. Prendersi il tempo a leggere, a cucinare, a pulire. Tutte attivitá che spesso si fanno di fretta e che adesso invece si ha il giusto tempo da dedicargli. Bisogna sempre trovare il lato positivo delle cose.

    reply...
  • Marzo 12, 2020

    Anche noi abbiamo tante attività da svolgere! Cogliamo l’occasione di sfruttare al meglio questo tempo stando a casa!

    reply...
  • Marzo 13, 2020

    Bellissimo articolo, e sì anch’io sono convinta che rispettando le regole ora ripartiremo più forti di prima!

    reply...
  • Marzo 15, 2020

    In questi giorni io ho deciso di dedicarmi a due cose: libri di viaggio e pulizie di primavera anticipate. Un po’ di decluttering fa sempre bene per svuotare la mente e creare nuovi spazi. E i libri… beh quelli sono una costante a prescindere, ma ora che dobbiamo restare a casa sono il modo migliore per sognare luoghi lontani <3

    reply...
  • Marzo 16, 2020

    Io sto lavorando comunque, però certamente ho più incentivi per dedicarmi a tante attività che prima rimandavo per mancanza di tempo. E anch’io non vedo l’ora di tornare a viaggiare più di prima una volta finito questo periodo buio

    reply...
  • Marzo 17, 2020

    Prendiamoci questo tempo strano e manipoliamolo a nostro beneficio. Anche il mio microscopico terrazzino è stato pulito come non facevo da anni (forse come e non ho mai fatto), le piante concimate e i fiori rosa della camelia mi hanno ricompensato e commosso. I tanti libri che volevo leggere si alternano tra le mie mani nei pomeriggi lunghi e vuoti, le torte e le ciambelle profumano nel forno… prendiamoci questo tempo per pensare e speriamo che sì, che vada tutto bene!

    reply...
  • Marzo 17, 2020

    Brava Annalisa, bravissima! Io, come te, mi fiondo di fronte alla mia libreria, piena di libri ancora non letti. E sono felice… In attesa di tornare a viaggiare anche con il corpo.

    reply...
  • Marzo 18, 2020

    Un momento strano, surreale e ricco di paura. Io sto a casa, aspettando con tutto il cuore che tutto questo finisca presto, per poter essere di nuovo liberi di esplorare il mondo con serenità. Nel frattempo cucino, mi dedico a hobby creativi e mi godo il mio bambino.

    reply...
  • Marzo 18, 2020

    Viva il balconaggio! Io ho già piantato due avocadi, sabato dei semini di limone, oggi pomeriggio toccherà a dei semini di girasole che ci ha regalato un’amica il giorno del suo matrimonio! Nel mentre, dall’alto del nono piano, scruto l’orizzonte: è invece “laggiù” dove vorrei essere ora! Ce la faremo!

    reply...
  • Aprile 21, 2020

    Anche io resto a casa, e cerco di occupare il tempo nel modo migliore. Adesso non possiamo viaggiare, ma sicuramente potremo farlo di nuovo, quindi cerchiamo di pazientare ed essere sereni!

    reply...

post a comment