Marbella: viaggio on the road con i bambini nella penisola iberica

Marbella è stata l’ultima tappa del nostro road trip attraverso la penisola iberica. Abbiamo utilizzato la città come tappa intermedia, dopo aver fatto un giro in Algarve, per tornare a Barcellona a prendere la nave Grimaldi che ci avrebbe traghettati di nuovo in Italia. 

Marbella è una città dell’Andalusia. Si trova a circa metà strada tra Malaga e lo stretto di Gibilterra, ed è uno  dei centri abitati più popolati dell’intera zona. 

Appena arrivati sul lungomare di Marbella, ho avuto una sensazione di trascuratezza. La sabbia scura poi, oppure l’orario di transizione,  enfatizzava quella mia percezione.

Marbella, viaggio con i bambini, viaggio on the road, trevaligie

Tant’ è che, percorsi pochi centinaia di metri, ci siamo decisi a risalire verso il centro.

La movida di Marbella 

Beh. Che Marbella era la città della movida andalusa si sapeva, ne abbiamo avuto la conferma quella sera stessa. Gli orari sono un pò diversi rispetto ai nostri, quindi le strade e i locali, anche per via del caldo afoso e soffocante, cominciano a riempirsi di gente solo dopo il tramonto. Cominciano a convergere nei vicoli caratteristici del centro storico migliaia di persone di tutte le età, pronte per una serata fatta di sangria, tapas e flamenco.

Marbella, viaggio con i bambini, viaggio on the road, trevaligie

I locali hanno tutti tavoli all’esterno, e  rimane ben poco spazio per la viabilità nelle piazzette principali. Ma che importa, se tutto intorno è  un alzarsi di risate, di musica gitana e di profumo di spezie! Potete percorrere i calienti vicoletti di Marbella  avanti e indietro fino allo sfinimento, e non troverete mai le stesse persone, la stessa musica e gli stessi odori di quando siete passati in precendenza.

Marbella, viaggio con i bambini, viaggio on the road, trevaligie

Le temperature sono alte, nonostante sia la fine di ottobre, ed è piacevole sedersi su uno sgabello sorseggiando un bicchiere di vino tinto lasciandosi incantare dal vociare delle comitive sparse nei locali, dal suono delle nacchere e dall’odore dei churros appena fritti. 

Marbella, viaggio con i bambini, viaggio on the road, trevaligie

Dove mangiare

Per cena troviamo un bellissimo localino su una delle strade secondarie, El patio de Mariscal. L’ambiente all’interno è davvero molto accogliente, in stile moresco, ma scegliamo uno dei tavoli all’aperto, per goderci la bellissima serata. Mangiamo un ottima paella de mariscos accompagnata da una cerveza ghiacciata, osservando il via vai del vicoletto. La vera chicca? La cuoca, che appare ogni tanto nel locale intonando bellissime canzoni! 

Marbella, viaggio con i bambini, viaggio on the road, trevaligie

Cosa assaggiare

Se passeggiando vi vengono i crampi allo stomaco per la fame, sappiate che non è necessario sedervi ad un tavolo per trovare cibo sapientemente preparato. Ci sono diversi locali che servono street food. Dovete assolutamente assaggiare le tapas, il chorizo, che è un salame tipico della zona, e il jamon iberico. Tutto tagliato al momento e servito in pratici coppetti. Non mancano stuzzichini con cui accompagnare cocktail e birre gelate, come anacardi, nocciole e pistacchi. 

 

Il lungomare e la spiaggia

Il giorno dopo diamo una seconda opportunità al lungomare. E devo dire che è stata davvero una piacevole scoperta. Per fortuna la sensazione della sera precedente era sbagliata.

Marbella, viaggi on the road con bambini, trevaligieIl lungomare è vivace, brulica di persone. I negozietti e i locali danno una nota di colore vivo e allegro al contesto, mentre la spiaggia, anche se la sabbia è scura, è grandissima e attrezzatissima per i bambini. Sulla sabbia ci sono svariati playgrounds, uno ogni duecento metri, tutti diversi tra loro, uno più grande dell’altro.Marbella, viaggi on the road con bambini, trevaligie

Anche sul lungomare stesso troviamo una zona baby friendly, dove i pupi di ogni nazionalità scorrazzano con monopattini o fanno a gara sugli scivoli. Per i genitori tantissimi sono i bar che servono aperitivi a ritmo di musica. Ogni locale ha una band che suona live e coinvolge tutti i clienti in scatenati balli. Si alza musica da ogniddove, e la passeggiata cambia ritmo in base al locale che ti trovi a costeggiare. Latino, dance, anni 80 e tanta tanta musica italiana. 

Marbella, viaggio on the road con bambini, spagna, trevaligie

Dove dormire

Abbiamo deciso di dormire fuori Marbella in verità, a Puerto Banus, che è un lussuoso paesino a circa sette km circa dal centro città. Puerto Banus ha un grazioso centro storico, un bel lungomare costeggiato da splendidi yacht, e molti negozi di charme. Anche qui c’è una vivace movida notturna, e una grande quantità di bar, casinò e ristoranti, nonché bellissimi centri commerciali. 

Abbiamo soggiornato al Melia Marbella Banus, un albergo in perfetto stile mediterraneo, con grandi piscine esterne, una vasca interna  e camere davvero molto confortevoli. La struttura comprende un paio di ristoranti, di cui uno a buffet, e devo dire che il cibo è preparato davvero in maniera eccelsa.  Tutte le zone sono accessibili ai bambini, tranne una,  riservata solamente agli adulti che desiderano stare nel più completo relax. Inoltre la posizione del Melia Marbella Banus permette in pochi minuti di raggiungere il centro di Puerto Banus a piedi. 

Marbella, viaggio on the road con bambini, spagna, trevaligie

 

Se vi è piaciuto l’articolo vi invito a seguire anche la pagina Facebook di Trevaligie.com e il profilo Instagram per restare aggiornati su tutti i miei prossimi articoli e sui nostri viaggi on the road! 

 

 

 

48 thoughts on “Marbella: viaggio on the road con i bambini nella penisola iberica

    1. Noi invece abbiamo sempre battuto la costa, ma mai la parte centrale. Infatti credo di organizzare al più presto un tour delle regioni interne.

  1. Mi ha sempre affascinato un viaggio in Andalucia ma chissà perchè Marbella non l’avevo mai considerata tanto. Invece ora direi che va proprio dritta dritta nella mia travel list 🙂

    1. Credimi, anche io non l’avevo messa nell’itinerario, non mi ispirava granché. Invece fermarci li è stato davvero illuminante. Mi sono ricreduta subito. Mi è piaciuta tantissimo.

    1. Per ora abbiamo percorso on the road tutta la costa spagnola e portoghese, ma un viaggio nell’entroterra lo programmeremo presto.

  2. Non conoscevo questo posto, da come lo descrivi sembra davvero interessante e merita di essere visitato. Ho visitato alcuni posti della Spagna ma non sono mai stata qui, chissà magari un giorno la visiterò.

  3. Non conosco la Spagna, sono stata soltanto a Barcellona, ma le tue splendide foto mi hanno fatto apprezzare anche questa città che spero un giorno di poter visitare

  4. Lo sai che ho programmato un viaggio a Marbella e PuertoBanus proprio quest’anno? Io vado in agosto, lo so che farà caldo, però amo molto la movida spagnola e le tapas. Ti seguo certamente.

    1. Beh si le temperature sono abbastanza alte anche a Ottobre. La sera però è piacevole passeggiare nel centro.

  5. Articolo molto interessante. Dalle immagini dei vicoletti ricorda un po’ anche Ibiza, prima dell’orario della movida naturalmente!

  6. questo tuo racconto lo leggo con piacere sembra fatto apposta proprio ieri ho finito di vedere una serie spagnola su netflix e parlava di un hotel che si chiamava marbella. mi è piaciuto molto il tuo racconto ottimo

  7. Son contenta che abbiate dato una seconda opportunità anche al lungo mare di Marbella perchè secondo me è stupendo! anche se adoro anche la parte vecchia con le sue viette chiuse tra le tipiche case bianche andaluse. E la piazza delle arance è incantevole!

  8. I viaggi on the road sono quelli che mi affascinano di più e sono anche quelli che ti danno di più a livello umano. Non conosco Marbella, ma sembra davvero un posto carino, pieno di colori e di cose buone da mangiare (adoro le tapas!!!).

  9. Non sono mai stata in Andalusia ma mi piacerebbe andarci e non avevo mai sentito Marbella. Credo che mi piacerebbe tanto, i vicoletti, i localini con i tavoli fuori, le case del centro ed anche il caldo ad ottobre.

  10. Non sono mai stata a Marbella ma molti amici me ne hanno parlato molto bene, eccetto per il alcuni giorni freddi ad agosto ! Dalle foto mi ispira molto, adoro questi paesi caratteristici e dai colori “caldi”

  11. Penso che potrei farci un pensiero per Pasqua, magari ci porto Andrea cosi si diverte con un po’ di spiaggia e mare 🙂 Visto che sono mesi che vediamo solo neve 🙂

    1. Nella media. Ormai i prezzi sono aumentati ovunque. Direi molto simile all’Italia e alle altre città turistiche.

    1. Anche noi non l’avevamo inclusa nell’itinerario. Strada facendo abbiamo deciso di fermarci. Beh mai decisione è stata così azzeccata!

  12. Marbella e’ da sempre nella mia lista dei luoghi da visitare e le tue parole, nonche’ le tue foto, mi hanno fatto proprio venire voglia di preparare le valigie e di partire subito!

  13. Non sono mai stata a Marbella ma caspita è davvero bella, soprattutto adesso che si avvicina l’estate merita davvero tanto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *