Saint Malò, le maree, bretagna, francia, trevaligie
Europa

La baia di Saint Malò e lo spettacolo delle maree

 

La prima volta che siamo passati da Saint Malò, e non volevamo più andar via. Per me il viaggio poteva concludersi qui. Abbiamo dormito in un hotel che affacciava sull’oceano, una vista sconcertante, da rimanere attaccati alla finestra per ore e ore, soprattutto al tramonto, quando il rumore scrosciante della marea che inizia a salire crea un atmosfera  incantevole. 

Dove mangiare

Il giorno dopo ci siamo addentrati Intra Muros, scoprendo che era ancora più bella all’interno, con le sue strade piene di Bistrot, ristoranti e botteghe di prodotti tipici. Abbiamo cenato la prima sera al Le Lion D’or, e ci siamo tornati anche nelle seguenti visite, perché oltre ad essere molto gentili ci sentivamo un po’ a casa nostra.

Da assaggiare  assolutamente un assiette (vassoio)  de Coquillage e crevettes, le loro tipiche conchiglie, e i gamberetti rosa.

Cosa vedere

Il giro dei bastioni è un esperienza davvero unica, soprattutto la sera. Si ha uno sguardo sulle case all’interno del borgo, e una vista mozzafiato sull’Atlantico. Sarete travolti dal profumo della salsedine e la vostra vista sarà rapita completamente dallo spettacolo delle maree.

Saint Malò, le maree, bretagna, francia, trevaligie

Quando si abbassa la marea potete fare una bellissima passeggiata sulla sabbia fino ad arrivare all’ Ile du Gran Bè, il piccolo isolotto roccioso dove è stato sepolto lo scrittore francese Chateaubriand. Potete incontrare nel percorso diversi “cercatori di coquillage”, le quali rimangono sulla sabbia molle quando si ritira il mare, e si possono facilmente prendere anche con le mani.

Saint Malò, le maree, bretagna, francia, trevaligie

Dovete solo informarvi molto bene sugli orari delle maree, perché correte il rischio di rimanere intrappolati sull’isolotto.  Abbiamo potuto vedere Saint Malò anche in una giornata di forte maltempo. La forza delle onde che si infrangevano sulle mura scavalcandole, hanno creato  uno scenario unico e affascinante. Da rimanere senza fiato.

Ci sono diversi parcheggi nella zona esterna alle mura, e si può entrare da diverse porte della città. C’ è anche un trenino turistico che fa fare un mini giro del borgo, carino da prendere se avete dei bambini.

Il clima è prettamente legato all’Atlantico, quindi in ogni stagione potrete trovare il vento fresco dell’oceano. Portate sempre giacche a vento nello zaino.

Dinard

Due anni fa invece, per spezzare un po’ il viaggio,  abbiamo soggiornato in un paese vicino, Dinard. La città non offre attrattive particolari, se non la passeggiata tra le ville in stile inglese e le spiagge che in estate dicono siano molto affollate. L’unico pregio è la vista che si ha su Saint Malò, alla quale è collegata da un ponte e da diversi battelli che fanno da spola da un paese all’altro.

Saint Malò, le maree, bretagna, francia, trevaligie

Ci siamo presi tre giorni di pausa nel Novotel Thalassa Dinard che si trova a picco sull’oceano, con una vista stupenda su tutta la baia e come già detto, su Saint Malò.

Ha un meraviglioso giardino dove prendere il sole, due piscine di Thalasso terapia, e un buon ristorante. L’ideale per ritemprare il corpo e lo spirito dopo tante ore di viaggio in macchina.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *