Biscotti attivati ai fiori di bach, sos pet cookies, trevaligie
consigli di viaggio,  Organizzazione

Aiutare il cane a gestire le emozioni. Sos Pet Cookies Dog, i biscotti attivati ai Fiori di Bach.

 

Come sapete, in famiglia è arrivato da qualche mese un cucciolo di meticcio, adottato in un canile. Ad una settima dal suo arrivo nella nuova casa, l’abbiamo ” battezzato al viaggio” portandolo con noi in Umbria, alla scoperta delle sue meravigliose città. L’Umbria è una regione molto ospitale con gli animali domestici, sia per quanto riguarda le strutture di ricezione che per i ristoranti. Abbiamo potuto tenere Whisky sempre con noi, anche passeggiando tra i sentieri delle Cascate delle Marmore. Ma non sempre, quando si viaggia, il cane è benvenuto. Ad esempio in diversi parchi a tema e in molti musei, nonché nella maggioranza degli hotel, ai nostri fedeli amici è ancora vietato l’accesso.  Diventa quindi necessario lasciare il cane a casa, cercando la maniera più idonea per non fargli pesare  la nostra  lontananza. Vediamo insieme quali sono le soluzioni migliori per permettere al cane di vivere con serenità il distacco dal proprio padrone.

lasciare il cane a casa per andare in vacanza, sos pet cookie, trevaligie

Lasciare il cane a casa propria, quando non è possibile portarlo in vacanza

La mura di casa sono il posto in cui il cane si sente più al sicuro, e soprattutto quando il padrone è assente, bisogna cercare di mantenere il più possibile inalterata la routine giornaliera del nostro amico a quattro zampe. Evitare la pensione, soprattutto se il cucciolo è molto ansioso, è la cosa migliore. Il fatto di mantenere le proprie abitudini e di sentirsi in un luogo a lui conosciuto e sicuro è indubbiamente la soluzione migliore per il cane, soprattutto se è un trovatello come il nostro, che già ha subito diversi abbandoni e lo strazio del canile. A casa sentirà invece l’odore dei membri della famiglia e non subirà il distacco in maniera incisiva. 

Cercare una persona di fiducia che si occupi del cane

Per gestire le pappe e le uscite si può chiedere aiuto ad un amico o ad un parente. Ove non ci sia disponibililtà né di amici né di familiari, si può ricorrere ad un dog-sitter. Ovviamente il mio consiglio è di cercare, conoscere e valutare  con molto anticipo la persona a cui si vuole affidare il cane  e le chiavi di casa. Inoltre bisogna abituare il cucciolo alla presenza di una nuova persona un pò prima della partenza. Diffidate degli improvvisati, e verificate sempre che il dog-sitter abbia piena capacità di gestione del cane, soprattutto in caso di imprevisti. Un petardo, l’attacco improvviso di un altro cane durante la passeggiata, e tutto quello che potenzialmente possa spaventare il cane e spingerlo a scappare, sono avvenimenti che bisogna gestire con tempismo e competenza. Per trovare quindi persone qualificate basta rivolgersi ad un centro cinofilo, al proprio veterinario, e anche alle associazioni animaliste della vostra città. Ovviamente il sesto senso deve prevalere sulle recensioni e sui passaparola. Se una persona, a pelle,  non vi sembra adatta al carattere del vostro cane, scartatela e passate alla prossima.

lasciare il cane a casa per andare in vacanza, sos pet cookie, trevaligie

Evitate che il cane si senta solo o abbandonato

Il cane è un animale  socievole e ha bisogno di essere sempre in contatto con persone e altri animali. Ecco perché  la scelta della persona che si occuperà di lui è una fase fondamentale per partire poi sereni. Occuparsi di un cane non significa solo dargli da mangiare o portarlo a spasso. Il cane necessita di coccole, di gioco, di contatto. Chi si occupa del vostro animale durante la vostra assenza deve avere una predisposizione innata all’accudimento degli animali, e soprattutto deve essere una persona molto empatica. Solo così il cane si affiderà completamente al vostro “breve” sostituto.

Lasciate al cane i suoi giocattoli 

Anche se si tratta di un week end, la separazione può essere vissuta in modo negativo dal cane. Lasciategli qualcosa di vostro, e che abbia il vostro odore. Il fatto di poter odorare o mordere qualcosa che vi appartiene, una vecchia maglietta ad esempio, manterrà tranquillo e sereno  il vostro cucciolo. Non dimenticatevi di lasciare a vista tutti i suoi giochi, dalla papera di plastica all’osso di corda. Gli oggetti che più gli sono familiari lo aiuteranno a combattere la tristezza.

cane solo a casa, vacanza senza il cane, trevaligie

Sos Pet Cookies, i biscotti attivati ai fiori di Bach

Sono anni che uso fiori di Bach sui miei pelosetti, con risultati davvero soddisfacenti. Soprattutto quando so che dovranno affrontare situazioni di  forte stress, come la visita dal veterinario o il bagnetto, inizio qualche giorno prima a somministrare il Reskue Remedy. Ora invece ho scoperto  una marca di biscotti attivati ai fiori di Bach, con varianti specifiche per ogni sintomo e problema del cane. Comodissimi da somministrare, perché la confezione richiudibile può stare tranquillamente in borsa, i biscotti di Sos Pet Cookies attivati ai Fiori di bach aiutano  il cane  a mantenere uno stato d’animo positivo, combattendo l’ansia, la paura, il disagio o l’aggressività. In questo caso, dovendo lasciare il cane solo a casa per qualche giorno, ho usato i biscotti  Sos Pet Cookies specifici per la solitudine e la malinconia. Ho iniziato a somministrare qualche biscottino a inizio settimana, in modo da avere un buon esito entro il week end della partenza. Devo dire che i risultati si sono visti. Whisky ha superato brillantemente il suo primo distacco dalla famiglia, lasciandosi portare a spasso dalla persona predisposta, e accettando da quest’ultima anche cibo e coccole. 

lasciare il cane a casa da solo, sos pet cookies, trevaligie

Perché usare i biscotti Sos Pet Cookies

I biscottini Sos Pet Cookies sono prodotti con farine ad uso umano, sono privi di glutine e di conservanti e sono 100% biologici. Vengono prodotti nel  laboratorio della Eat Clean Italy, e la ricetta è stata formulata con il supporto di veterinari esperti, che hanno reso il prodotto equilibrato e nutrizionalmente corretto. I biscotti attivati con i fiori di Bach sono un valido sostegno naturale, ideale per aiutare i nostri amici animali a superare vari disagi comportamentali, come appunto la solitudine, o la gelosia e l’aggressività. L’attivazione con i fiori di Bach infatti influenza lo stato d’animo dei nostri amici a quattro zampe, migliorando la loro capacità di gestire i rapporti sia con i propri simili che con gli esseri umani. I biscotti Sos Pet Cookies sono inoltre Cruelty Free e No ogm, e sono certificati dall’ ICEA, che controlla che  le aziende svolgano la propria attività nel rispetto dell’uomo e dell’ambiente, tutelando la dignità dei lavoratori e i diritti dei consumatori. I materiali usati per il packaging poi,  sono completamente riciclabili e i prodotti utilizzati per produrre i biscotti provengono tutti da aziende e fattorie italiane. 

Eat Clean Italy — EAT CLEAN ITALY

Se vi è piaciuto l’articolo vi invito a seguire anche la pagina Facebook di Trevaligie.com e il profilo Instagram per restare aggiornati su tutti i miei prossimi articoli e sui nostri viaggi on the road!

 

Seguimi sui social

11 commenti

  • Lucy

    Mio marito, che legge qui con me, mi sta dicendo che dobbiamo assolutamente procurarci dei biscotti per cavie attivati ai fiori di bach, così magari evitano di svegliarci al mattino! 😀
    (Tanto love per aver preso Whisky al canile!!)

    • Annalisa Spinosa

      Mai mi sognerei di comprare un animale come se fosse un oggetto. Ci sono tanto trovatelli bisognosi da salvare e mi batterò sempre per loro. Credo che il biscotto sia grande quanto la cavia. Potete provare a sminuzzarlo con un coletellino pero 😅

  • Paola

    Anche per i gatti vale la stessa cosa, dobbiamo fidarci del loro istinto e comportamento. A seconda della cat sitter a cui mi sono affidata al mio rientro li ho trovati più o meno felici. Ho notato però che con i gatti (o almeno con i miei e quelli di alcuni amici) i prodotti fitoterapici funzionano meno rispetto ai cani.

    • Annalisa Spinosa

      Oh davvero!? Devo dirti che io ho iniziato una decina di anni fa con i fiori di Bach, proprio sui gatti. Erano schivi, paurosi, poco socievoli. Hanno funzionato davvero bene. Ora ho cominciato a provarli sul cane con questi biscotti. Spero di riuscire a domande anche un po’ la sua irruenza con quelli specifici per cani esuberanti. Ti farò sapere.

  • Valentina

    Anche noi abbiamo una cagnolina e quando non possiamo portarla con noi la lasciamo da mia mamma/mia sorella perchè con un estraneo soffrirebbe…questi biscotti potrebbero essere la soluzione perfetta!

    • Annalisa Spinosa

      Se cominci un po’ prima con il trattamento, vedrei che otterrai degli ottimi risultati. Whisky è rimasto a casa sua vero, ma si è affidato alle cure di mia zia. Cosa che non aveva mai fatto prima. Ho ordinato infatti un altro sacchetto di biscottini 😍

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *