Top
  >  Consigli di viaggio   >  Viaggiare con altre famiglie. Consigli utili per la sopravvivenza
viaggiare con altre famiglie. Consigli per la sopravvivenza

Viaggiare con altre famiglie risulta essere una bellissima esperienza, soprattutto per i bambini che, in questo modo, hanno  compagni di viaggio ideali per divertirsi senza stressare i genitori. E’ una modalità di viaggio in cui, grazie al supporto e alla presenza di altre persone, trovi terra fertile per il confronto e per la condivisone, sia di esperienze negative che positive. L’esperienza diventa dunque più intensa sia a livello emotivo che a livello conoscitivo.

Per i bambini poi è un vero toccasana poter viaggiare in compagnia, imparando a rispettare le regole del gruppo e a condividere attività ed esperienze, mettendosi quindi continuamente alla prova. Non sempre però questa esperienza di viaggio si rivela positiva. Basta infatti non avere punti di forza in comune o lo stesso budget a disposizione per trasformare una vacanza in un vero e proprio incubo. 

viaggiare con altre famiglie. Consigli per la sopravvivenza

Quando si viaggia in gruppo l’affiatamento è importante. Inutile organizzare viaggi con famiglie che non hanno nessun punto in comune con la tua. La vacanza non andrebbe sicuramente a buon fine.

Viaggiare con altre famiglie

Sviluppi l’empatia

Viaggiando con altre famiglie impari a sviluppare l’empatia, ossia la capacità di comprendere a pieno lo stato d’animo altrui, sia che si tratti di gioia che di disagio. Ti capiterà più volte di vedere con gli occhi di un altro, di ascoltare con le orecchie di un altro o di sentire con il cuore di un altro. I bambini soprattutto imparano a rispettare i tempi e le ansie degli altri membri del gruppo. Si mettono in discussione ampliando il loro spettro di conoscenza. Si fanno coraggio dandosi la mano, come se dalle loro mani passasse solo energia positiva, e per mano sfidano le loro paure riuscendo a fare un’attività che magari da soli non avrebbero avuto il coraggio di fare, come il rafting.

Sperimenti la condivisione

In vacanza con altre famiglie impari a condividere tutto: gli spazi, i pranzi, le cene, le attività da fare. Il momento del pasto diventa  un momento di esternazione delle emozioni ma anche di pianificazione. Davanti ad una pizza puoi organizzare l’itinerario per il pomeriggio, scegliere quali musei preferire rispetto ad altri, quali parchi visitare, decidere cosa fare in caso di pioggia improvvisa.

Impari ad avere pazienza

Fai scacco matto alla pazienza! Ebbene si, la pazienza è la prima a mancare quando si è in viaggio con i bambini. Ma chi meglio di un altro genitore può consigliarti su qualcosa o aiutarti a gestire qualche piccolo imprevisto? Qualche capriccio dovuto alla stanchezza o alla fame ci può stare,  ma per il resto i bimbi riescono senza problemi a fare gruppo e ad affiatarsi. Se non riesci a gestire una crisi non ti scoraggiare e punta sul gruppo. Distrai il bambini puntando la sua attenzione su tutto quello che si sta perdendo in quel momento a causa della sua ostinazione. Vedere gli altri componenti in fase di divertimento sicuramente lo distoglierà dalla sua improvvisa scenata. 

Cerca di tollerare anche i figli altrui, più di quanto tu riesca a fare con i tuoi. Ogni bambino, ma anche ogni adulto, ha una sua indole che va rispettata ma anche contrastata quando serve. Usa sempre parole gentili per esprimere il tuo punto di vista e, quando serve, cerca di far rispettare anche le tue preferenze. 

Viaggiando con altre famiglie impari a fare gruppo

In una vacanza simile non sei mai solo.  La supervisione degli adulti raddoppia e in caso di bisogno c’è sempre una persona pronta a mantenerti un figlio mentre porti l’altro in bagno. Inoltre avere altre mamme o altri papà  che aiutano nella gestione dei bambini durante il viaggio rende la vacanza meno stressante per tutti. Anche per visitare attrazioni, monumenti ( come la Torre di Pisa)  e musei dove i bambini non possono entrare, puoi organizzare due turni.  Prima i papà, con le mamme che si occupano dei bambini, e poi il contrario.

viaggiare con altre famiglie. Consigli per la sopravvivenza

Per viaggiare serenamente con altre famiglie è fondamentale essere flessibili. La meta, l’itinerario, il budget e le attività da fare vanno decise insieme, senza prevaricare nessuno.

Impari ad adattarti

Durante una vacanza con altre famiglie impari ad essere accomodante. Non è semplice mettere d’accordo tante teste, ma con qualche accortezza si può riuscire a raggiungere un buon livello di affiatamento. Bisogna essere flessibili su dove mangiare, su cosa vedere o sulle ore da dedicare allo shopping, evitando i musi lunghi e cercando di rispettare i budget a disposizione di tutte le altre famiglie. Ciò non toglie che non è necessario stare sempre tutti insieme. Anzi!  Mantenere i propri spazi e ritagliarsi qualche momento solo per la propria famiglia aiuta a “sopportarsi” meglio.

Viaggiare con altre famiglie. Riscopri la flessibilità

Un’altra cosa che puoi imparare in viaggio con altre famiglie è la flessibilità. In vacanza non sempre è possibile mantenere la routine domestica, quindi può variare l’orario del pranzo, del pisolino etc. Ma ricorda che i bambini riescono ad adattarsi meglio degli adulti ai cambiamenti. Stai sicuro che in vacanza riusciranno a fare anche le ore piccole supportati dal gruppo di amichetti, anche se a casa vanno a dormire alle nove. Noi genitori invece sicuramente cominceremo ad avere qualche cenno di cedimento già all’ora dell’aperitivo 🙂

Ricorda sempre di rispettare la privacy altrui e di pensare positivo, trascorrendo i giorni della tua vacanza con altre famiglia in tutta serenità. Il modo migliore per farlo è riscoprendoti un pò bambino anche tu. Lascia la confort zone e riempi lo zaino di colori e spensieratezza e vedrai che la gioia dello stare insieme ti travolgerà come un tornado. 

 

 

Ciao! Io sono Lisa, mamma on the road. Viaggiare per me è scoprire posti nuovi, girando e assaporando i profumi e le prelibatezze dei luoghi che visito. Che sia per un mese o per un week end le nostre tre valigie sono sempre pronte!

Annalisa@trevaligie.com

Comments:

  • Ottobre 14, 2019

    Ho letto volentieri questo articolo, sulle vacanze con altre famiglie, dove sei riuscita ad elencare tutte le mie paure e anche in parte a risolverle. Noi siamo piuttosto solitari nel nostro girovagare, ma con i bambini, penso che convenga provare almeno qualche volta a seguire il vostro esempio.

    reply...
  • Novembre 1, 2019

    Il viaggio con altre famiglie ancora mi manca e se devo essere sincera non so se mi piacerebbe come attività perché adoro viaggiare da sola o al massimo con mio figlio 😀 Sicuramente però sarà un’altra attività che dovrò provare nei prossimi anni (come tornare a fare campeggio ahahah) perché i bambini adorano vivere delle avventure con altri bambini

    reply...
  • Novembre 16, 2019

    Ho letto con interesse per farmi un’idea di questa esperienza, di cui sono curiosa – ma per curiosità fine a se stessa, dato che non ho bambini né è nei miei piani farne. Io sono molto indipendente e l’idea di aggregarmi ad altre famiglie con modi e tempi diversi dai miei mi riempirebbe d’ansia, ma leggere di come vi siete divisi il lavoro ha mostrato chiaramente i vantaggi a cui non avevo pensato! Comunque è sempre bella la tua positività da leggere ;*

    reply...
  • Gennaio 21, 2023

    Direi che ogni punto può essere applicato anche a viaggi con amici, dove ci sono più teste bisogna sempre essere più flessibili possibili ma anche avere pazienza ed imparare a fare compromessi.

    reply...
  • Gennaio 22, 2023

    Ad essere sincera il viaggio con altre famiglie forse è una delle cose che, ad oggi, non farei mai! Ho un modo di vivere il viaggio tutto mio, modo che nessuna famiglia con i sani sensi accetterebbe (ahahahah), tant’è che le bimbe hanno chiesto chiaramente di poter restare con nonna quando è possibile!

    reply...
  • Libera

    Gennaio 22, 2023

    Personalmente, nutro molta stima per coloro che riescono ad adattarsi a tal punto da riuscire a viaggiare, anche più di una volta, con altre famiglie. Complimenti davvero, non deve essere una passeggiata.

    reply...
  • Gennaio 24, 2023

    Il tuo articolo mi ha fatto tornare in mente le mie vacanze di quando ero bambina: visto che viaggiavamo in camper, bene o male c’era sempre qualche altra famiglia con bambini che si aggregava. Ricordo a volte litigi quasi mortali con alcuni dei figli più o meno miei coetanei, ma nella maggior parte dei casi sono stati bellissimi momenti di condivisione che ricordo ancora con piacere a distanza di anni (dovrei dire “secoli”).

    reply...
  • Gennaio 24, 2023

    Ci è capitato di viaggiare con un’altra famiglia e devo dire che hai perfettamente ragione su tutta la linea. Non sempre è facile trovare dei compromessi ma la nostra esperienza è stata positiva. Credo che un fattore fondamentale sia la compatibilità di carattere quindi per ora abbiamo preferito viaggiare con persone che conosciamo e che sappiamo essere come noi disposti al dialogo. Purtroppo non tutti lo sono…

    reply...
  • Gennaio 25, 2023

    Potrei scrivere un libro riguardo al viaggiare con altre famiglie: da piccola viaggiavo spesso con le famiglie delle colleghe di mia mamma ma poi abbiamo perso questa abitudine. Ho viaggiato poi con alcuni membri della famiglia, cugini e zii ma devo ammettere che preferisco di gran lunga viaggiare da sola, abbiamo un’idea del viaggio troppo distante.

    reply...
  • Gennaio 25, 2023

    I tuoi sono come sempre buoni ragionamenti, ma per me viaggiare con altre famiglie anche no o divento tipo il Grinch a Natale! 😛 Ho già dato da piccola, anche con bei ricordi, ma ora è diverso, preferisco decisamente il viaggio in coppia 😉

    reply...
  • Gennaio 25, 2023

    Io non so se ce la farei! Ho tanta pazienza, ma non sono per niente una che si adatta in vacanza. Chissà più avanti magari cambierò!

    reply...
  • Gennaio 28, 2023

    Viaggiare in compagnia di amici è una grande esperienza di arricchimento e condivisione ma ovvio che ci devono essere “leggi non scritte ” perché tutto fili liscio.
    bellissima e vera la tua ultima frase ” Lascia la confort zone e riempi lo zaino di colori e spensieratezza e vedrai che la gioia dello stare insieme ti travolgerà come un tornado. “

    reply...
  • Claudia

    Gennaio 31, 2023

    Sottoscrivo tutto. Avendo 2 bambini piccoli ed avendo viaggiato con altre famiglie confermo che non è sempre facile ma se si parte con le persone e la mentalità giuste, è una bellissima esperienza

    reply...
  • Febbraio 1, 2023

    Ho avuto un paio di esperienze con altre famiglie, sufficienti a convincermi che gli amici con cui condividere i viaggi li devi trovare sul posto. Ho fatto tantissime e durature amicizie in viaggio, ma non ho mai avuto amicizie durature portandole in vacanza. Ora che mia figlia è grande, continuo a pensare che gli amici di sempre è meglio incontrarli nelle occasioni di sempre. Comunque, ottimi consigli!

    reply...

post a comment