Top
  >  Italia   >  Gaeta, la "Perla del Tirreno"   >  Sui Bastioni La Favorita con Gaetavventura
I bastioni La Favorita di Gaeta, dimora storica del Lazio. Foto h24Notizie

Grazie a Gaetavventura, il primo blog tour della città di Gaeta, abbiamo avuto modo di visitare con le blogger protagoniste dell’evento i Bastioni La Favorita. Con le nostre preziose guide dell’Associazione I Tesori dell’Arte, Lino e Maurizio, siamo andate alla scoperta di questo magnifico edificio, completamente restaurato da pochi anni e iscritto alla rete delle Dimore Storiche del Lazio. 

I Bastioni La Favorita a Gaeta

La Batteria La Favorita faceva parte delle roccaforti che dovevano impedire alle artiglierie nemiche di attaccare dall’alto il borgo di Gaeta e il suo castello. Fu re Ferdinando il Cattolico a intraprendere, nei primi decenni del 1500,  grandiosi lavori di fortificazione e di difesa della città. Lavori ultimati dopo la sua morte dal nipote Carlo V, dal quale queste opere difensive prendono il nome.  Sono stati diversi i danneggiamenti, nonchè le modifiche apportate alle fortificazioni nel corso dei secoli, dovute soprattuto all’esigenza di trovare nuove strategia difensive durante i vari assedi. Vengono innalzati quindi, con il passare degli anni, diversi bastioni e cortine, forniti di potenti batterie di cannoni. Tra questi il bastione con la batteria della Favorita.

Le feritoie del Bastioni La Favorita.

Le feritoie del Bastioni La Favorita.

Storia della Batteria La favorita

Nonostante il numero ridotto di armamenti, La Favorita è sempre stata una potente opera di difesa durante gli assedi alla città di Gaeta. La sua storia è fortemente collegata al vicino Palazzo Reale, sito in via Faustina, acquistato dal Reale Governo nel 1835.

I Bastioni La Favorita erano collegati tramite un imponente ponte di ferro al Palazzo Reale. Vista sul castello Angioino Aragonese dalla terrazza dei Bastioni.

I Bastioni La Favorita erano collegati tramite un imponente ponte di ferro al Palazzo Reale. Vista sul castello Angioino Aragonese dalla terrazza dei Bastioni.

Dapprima dimora pontificia, ospitando Pio IX durante il suo esilio, diventa poi residenza dei Reali di Borbone, e ultima casa dei Sovrani di Napoli, Francesco e Maria Sofia di Baviera. Un imponente ponte di ferro collegava il Palazzo Reale alla “Favorita”, che prende il nome proprio da questa “preferenza” dei reali di passeggiare sugli spalti della batteria per ammirare il paesaggio circostante.

La salita ai Bastioni La Favorita viene dotata di scalinate. Questo per favorire la salita e la discesa degli animali da soma che trainavano carri carichi di munizioni, evitando loro di scivolare sul terreno.

La salita ai Bastioni La Favorita viene dotata di scalinate. Questo per favorire la salita e la discesa degli animali da soma che trainavano carri carichi di munizioni, evitando loro di scivolare sul terreno.

I Bastioni La favorita oggi

Grazie all’autorizzazione del Ministero per i Beni e le Attività culturali, il Comune di Gaeta acquista i Bastioni la Favorita nel 2012. Il recupero dell’edificio viene completato nel 2018, dopo ingenti opere di riqualificazione e ristrutturazione. Rimane  aperto al pubblico nell’ambito delle attività culturali della Città di Gaeta.

Da Bastioni La Favorita Si gode di una visuale meravigliosa sull'intero Golfo di Gaeta. Proprio per questo motivo i reali gradivano passeggiare sui bastioni, con i loro ospiti al seguito.

Da Bastioni La Favorita si gode di una visuale meravigliosa sull’intero Golfo di Gaeta. Proprio per questo motivo i reali gradivano passeggiare sui bastioni, con i loro ospiti al seguito.

COME PARTECIPARE AL PROSSIMO BLOG TOUR

Se sei un blogger,  hai un attività, o se vuoi promuovere il tuo locale o la tua associazione sportiva o culturale scrivimi a annalisa@trevaligie.com. Parteciperai alle selezioni del prossimo blog tour in programma a Gaeta nel 2021. Il format è applicabile in ogni città della regione. Si accettano collaborazioni e proposte da Comuni, Enti del Turismo e privati.

Ciao! Io sono Lisa, mamma on the road. Viaggiare per me è scoprire posti nuovi, girando e assaporando i profumi e le prelibatezze dei luoghi che visito. Che sia per un mese o per un week end le nostre tre valigie sono sempre pronte!

Comments:

  • Novembre 10, 2020

    Ma che meraviglia! Peccato che Gaeta è lontano perché adoro tutto quelle che è castello, fortezza, bastioni e quant’altro.
    Ma me lo segno per quando sarò da quelle parti: con il camper un giro prima o poi me lo voglio fare. Grazie di tutte le dritte.

    reply...
  • Novembre 11, 2020

    Gaeta mi piacerebbe proprio tanto vederla, non sono mai stata in questa zona d’Italia e sarebbe proprio un bel viaggio! Se si potrà tornare agli spostamenti liberi invierò una mail per partecipare al prossimo tour del 2021, speriamo!

    reply...
  • Novembre 11, 2020

    Quando decido di fare un viaggio culturale mi piace sempre includere i luoghi come questo. Adoro le strutture medievali!! Castelli, dimore storiche, ville….non sono mai stata a Gaeta e mi piacerebbe molto poterla visitare, magari in occasione del prossimo blog tour. Probabilmente ti manderò la mail 😀

    reply...
  • Novembre 13, 2020

    Nonostante viva a Roma non sono mai stata a Gaeta, fatto gravissimo!! I tuoi post mi aiutano ad iniziare a conoscerla e proverò a partecipare al prossimo blog tour

    reply...
  • Novembre 17, 2020

    Mi viene sempre più voglia di venirci in questa bella città. E non solo per la tiella di polpo che mi è rimasta nel cuore ma anche per scoprire gioielli di arte e di storia e per fare una bella passeggiata sui bastioni per godermi il panorama

    reply...

post a comment