Top
  >  Europa   >  Peniche. Viaggio on the road in Portogallo.
Come un viaggio on the road può cambiare la tua vita, sosta sulle scogliere di Peniche

Peniche è una piccola cittadina a  circa un ora e mezza di macchina da Cascais  e a un ora da Lisbona. Qui si svolge ogni anno il Meo Rip Curl, un evento molto importante per gli estimatori delle tavole da longboard. L’evento viene organizzato sulla spiaggia dei Supertubos (onde giganti), uno dei migliori spot del Portogallo. Le onde lunghe e  potenti che si formano in questa baia richiamano orde di surfisti da tutto il mondo.

Foto di Stefano Viola

Pensavo di dover passare tutta la giornata a guardare tavole da surf  tra onde gigantesche, invece Peniche si è rivelata una sorpresa entusiasmante. Ci siamo ritrovati sulla strada che costeggia un promontorio pazzesco, 6 chilometri di scogliere di una bellezza mozzafiato. Abbiamo abbandonato il mezzo e percorso un tratto di strada a piedi per poterci riempire gli occhi di questo spettacolo quasi innaturale, con il vento che ci lasciava addosso l’odore buono della salsedine. Un continuo susseguirsi di scogli modellati dalle correnti, sfinati dai venti atlantici e battuti da onde perfette, che con i loro scrosci sembravano comporre una melodia. Un amante del mare non può che rimanere abbagliato da questo straordinario spettacolo  continuamente in evoluzione.

La vista dal promontorio che si estende sull’oceano è da togliere il fiato. Salendo sul punto più alto, Capo Carvoeiro, si può vedere Peniche e la vicina isola Berlengas. Da qui si possono fare foto divine, anche se non si è esperti di Nikon. La natura qui non ha bisogno di photoshop.

Peniche, surf in Portogallo, viaggio on the road, trevaligie

Foto di Stefano Viola

Il centro storico di Peniche

Il piccolo centro città di Peniche è facile da esplorare a piedi. Peniche, oltre che per la pesca, che è sempre stata la fonte di reddito della popolazione, è famosa per il merletto a tombolo. Ancora oggi potete trovare le famose merlettaie di Peniche radunate dinanzi la Scuola di Rendas de Bilros, e potete vedere con i vostri occhi con quanta abilità realizzano sofisticati merletti.  La pesca e il merletto hanno molto in comune. Questa antica lavorazione infatti, è stata perfezionata nel corso degli anni dalle donne della città, proprio mentre gli uomini si allontanavano in mare in cerca di fortuna con i pescherecci.

peniche, surf in portogallo, viaggio on the road, trevaligie

Cosa mangiare a Peniche

Come quasi in tutta la zona costiera, anche a Peniche potete assaggiare, anzi dovete, la famosa Caldeirada. Un ottima zuppa di pesce fresco, che da sempre viene cucinata con il pescato del giorno.   Sarde, sgombri, merluzzo, gamberi e calamari, ai quali vengono unite patate, pomodori, cipolla e peperoni. La caldeirada, in passato, veniva cotta direttamente a bordo dei pescherecci e poi servita su delle fette di pane. Un altro piatto da assaggiare è senz’altro la sardinha assada, ossia le sarde arrostite sula brace. Molto più saporite delle sardine del Mediterraneo, sono anche di pezzatura molto più grande.

peniche, surf in portogallo, viaggio on the road, trevaligie

Consiglio di viaggio

Per quanto  le città portoghesi siano ben collegate alla costa da mezzi pubblici, il miglior modo per visitare il Portogallo è senza dubbio con l’automobile. Potersi fermare quando e dove si vuole, vista la vastità di paesaggi che offre la costa atlantica, è davvero molto importante se si vuole vivere appieno la magia di queste zone. Noi siamo abituati a girare on the road, ma capisco che non è uno stile di viaggio consono a chiunque. Se non avete né  la voglia né  il tempo a disposizione per  partire dall’Italia con la vostra auto, potete sempre affittarne una quando arrivate all’aeroporto di Lisbona, e percorrere così autonomamente la zona costiera. Solo così riuscirete a vedere gli scorci più pittoreschi, le scogliere più suggestive e i piccoli borghi caratteristici del Portogallo. 

Per vedere altre interessanti foto riguardanti storie di viaggio, sfogliate la galleria di StefanoViolaphotography.

Ciao! Io sono Lisa, mamma on the road. Viaggiare per me è scoprire posti nuovi, girando e assaporando i profumi e le prelibatezze dei luoghi che visito. Che sia per un mese o per un week end le nostre tre valigie sono sempre pronte!

Comments:

  • Noemi Bengala

    Maggio 10, 2019

    È da un po’ che voglio fare anche io un on the road in Portogallo. Chissà se nei prossimi mesi ci riuscirò e vorrei farlo in auto proprio per potermi fermare, dove voglio con i tempi che voglio 😉

    reply...
  • Maggio 10, 2019

    Non sono mai stata in Portogallo purtroppo. Che carino che è questo paesino, le antiche tradizioni ed il surf mi piacciono entrambi ! Vabbè per non parlare del pesce, sarà sicuramente ottimo

    reply...
  • Maggio 10, 2019

    Deve essere molto bello un viaggio on the road in Portogallo, che offre tanti spunti di paesaggi naturali selvaggi come queste coste battute da alte onde e paesi tradizionali. Che belli i ricami al tombolo e come deve essere gustoso il pesce appena pescato!

    reply...
  • Maggio 11, 2019

    Che meraviglia! Il Portogallo on the road dev’essere un sogno…
    Io sono stata a Lisbona, ma purtroppo non ho avuto modo di visitare l’hinterland e devo ammettere che dal tuo racconto e dalle bellissime foto, il desiderio di una bella passeggiata tra queste coste selvagge aumenta ancora di più 😀

    reply...
  • Maggio 12, 2019

    Il Portogallo mi ha sempre incuriosito, soprattutto dopo essere stata a Porto. Mi frena invece, ne trovò conferma leggendo di Peniche, il discorso mare perché se da un lato amo tantissimo guardare l’oceano dall’altro faticherei ad apprezzarlo come luogo balneabile (freddo e mosso )

    reply...
  • Maggio 13, 2019

    Sto seguendo tutto il vostro itinerario con attenzione. Ho deciso di tornare in Portogallo con mio marito questa estate e sto segnando tutto quello che non ho visitato finora. Questo luogo è uno di quelli, anche se ne avevo sentito parlare dai miei amici surfisti. Non pensavo fosse così bello il paesaggio.

    reply...
  • Maggio 13, 2019

    Il portogallo è una delle mete che mi piacerebbe fare, sopratutto on de road e in off road, dado che c’è l ho. Grazie per i con i consigli.

    reply...
  • CLAUDIA

    Maggio 13, 2019

    Adoro il Portogallo, sicuramente perfetto per un viaggio on the road. Il cibo poi…buonissimo! Una garanzia!

    reply...
  • Maggio 13, 2019

    Il Portogallo è una di quelle terre che mi hanno sempre attirata, forse per la sua forma allungata, che chiama a gran voce proprio un viaggio on the road!? Avete fatto un bellissimo viaggio, spero di poter presto ispirarmi a voi per realizzarne uno simile! 🙂

    reply...
  • Maggio 13, 2019

    Credo che il Portogallo si presti benissimo per un on the road! Peniche sembra stupenda, le foto della costa sono spettacolari! E’ da un po’ che penso al Portogallo come meta e seguendo il vostro viaggio mi è venuta ancora più voglia!!

    reply...
  • Maggio 13, 2019

    Che bello questo itinerario on the road! Me lo salvo subito perché il Portogallo è in cima alla mia lista!

    reply...
  • Maggio 14, 2019

    Molto interessante questa parte del Portogallo, mi piace perchè mi da l’idea di un posto selvaggio e fuori dalla folla dei turisti, è vero? Spero di ritornare quanto prima in portogallo e magari prendermi la macchina a nolo e scorazzare lungo la costa, come avete fatto voi

    reply...
  • Maggio 14, 2019

    Quante suggestioni tra le coste frastagliate del Portogallo e che meraviglia i merletti 🙂
    Adoro i viaggi on the road e non vedo l’ora di percorrere le strade portoghesi sull’oceano! Grazie per i tuoi consigli!

    reply...
  • Maggio 14, 2019

    In questo periodo della mia vita guardo a quel pezzettino di Terra che riguarda il sud della Spagna, il Portogallo e il Marocco. Sono anche molto attratta dal mondo del surf, una passione che ho rispolverato (pur non sapendo surfare) e credo questo posto faccia al caso mio. 🙂

    reply...
  • Maggio 14, 2019

    Noi abbiamo fatto un lungo on the road in Portogallo l’estate scorsa… è stato bellissimo ma purtroppo Peniche è stata una delle tappe a cui abbiamo dovuto rinunciare! Vedo però che è molto carina, peccato essersela persi!

    reply...
  • Maggio 15, 2019

    Ci sono volte in cui l’auto è per davvero l’unico mezzo fattibile per assaporare meglio un luogo. In Portogallo penso proprio sia così, concordo con il tuo consiglio finale. E comunque credo che vedere le donne che realizzano quei meravigliosi merletti deve essere poesia pura. Una vera arte la loro!

    reply...
  • Maggio 15, 2019

    Bellissima questa location! Non ne ho mai sentito parlare prima d’ora…sto pensando ad un viaggio in Portogallo nei prossimi mesi. Vorrei andare a Fatima! Segnerò anche i tuoi consigli nella speranza che riuscirò a stare più giorni! 🙂

    reply...
  • Cristina Giordano

    Maggio 15, 2019

    Se posso preferisco spostarmi in auto. Come ben dici tu ci sono posti non accessibili facilmente dove è difficile spostarsi. Bellissima località e scogliere frastagliate e selvagge, una bella esperienza

    reply...
  • Giulia

    Maggio 15, 2019

    Sono stata in Portogallo durante un viaggio on the road, 3 anni fa! Abbiamo percorso tutta la costa della Spagna passando anche per Porto e Lisbona, un viaggio che consiglio a tutti!

    reply...
  • Maggio 17, 2019

    Credo che mi sarebbe piaciuto moltissimo fare la camminata che avete fatto voi lungo la costa. Ho dei ricordi molto vaghi del Portogallo, ci sono stata da bambina, ma conservo ancora alcune immagini dell’oceano, il primo che ho visto in vita mia! Un’emozione molto grande 🙂

    reply...
  • Luglio 2, 2019

    Sogno da tempo un on the road in Portogallo, non ho mai visitato appositamente il Paese perche’ voglio organizzare la vacanza cosi’ come l’ho sempre pensata, in auto e piena liberta’!

    reply...
  • Luglio 19, 2019

    Grazieeeee .. avevo bisogno di questo articolo. Sto seriamente pensando di organizzare un on the road in auto per il 2020 in Portogallo e i tuoi consigli sono davvero preziosi!!

    reply...
  • Luglio 30, 2019

    Fino a stamattina non avevo mai nemmeno sentito nominare Peniche e proprio mentre cercavo qualche surf camp su internet è saltato fuori questo nome! Non l’ho mai sentita in 26 anni e adesso due volte lo stesso giorno… Sarà un segno? 😛 In ogni caso mi appunto tutto quello che hai scritto!

    reply...
  • Agosto 7, 2019

    Che bella l’atmosfera che hai saputo rendere! Mi sembra di sentire il profumo del mare per le stradine della città, le donne al tombolo e gli uomini in mare… tradizioni che sanno di casa e di mediterraneo.

    reply...

post a comment