Top
  >  Italia   >  Itri. Incantevole borgo medievale del Lazio.
Passeggiata a Itri, meraviglioso borgo medievale del basso lazio.

Itri è un piccolo e meraviglioso borgo della provincia di Latina, vicinissimo alla città di Gaeta e alla bellissima Sperlonga. Le sue origini sono antichissime, e nel 300 a.C. divenne possedimento del Popolo Romano. Il nome Itri deriva infatti dal latino “iter”, che significa “strada” o “cammino”. 

Itri. Borgo medievale del Lazio

Il suggestivo borgo medievale di Itri si sviluppa attorno al prezioso Castello, risalente all’undicesimo secolo. Si trova nella parte più alta della città, della quale è divenuto simbolo, sulla collina detta “Sant’Angelo”. E’ una vera e propria fortezza medievale, danneggiata purtroppo dai bombardamenti del secondo conflitto mondiale. Solo nel 1979, ceduto dalla provincia di Latina al comune di Itri, è diventato parte integrante della comunità locale e notevole punto di interesse della Regione. Usato oggi per eventi come matrimoni, spettacoli culturali o convegni, si mostra in tutta la sua rinnovata bellezza a chiunque voglia visitarlo. 

Il centro storico di Itri

Esplorato in diverse occasioni nel giorno dei Fuochi di San Giuseppe, la ormai famosa manifestazione itrana conosciuta in tutto il Lazio, il centro storico di Itri ci ha regalato momenti straordinari tra scorci magici e romantici e nei suoi angoli più caratteristici. Le viuzze che si intersecano alle antiche scalinate sembrano svelare i segreti del borgo passo dopo passo, lasciando apparire di volta in volta piccole chiese o edifici storici di gran valore architettonico, che lasciano a bocca aperta i viaggiatori curiosi. 

Porta Mamurra

Porta Mamurra ad esempio, è uno di questi edifici dal fascino antico. E’ una delle porte principali della città, primitivo accesso al borgo medievale. Ai lati della porta è possibile vedere quattro bassorilievi raffiguranti il serpente e la testa di cane, che vengono riproposti anche nello stemma araldico della città di Itri. Sembra che siano opera dei Longobardi, e che risalgano dunque alla fine del 700. Interessanti anche le restanti porte della città, come Porta Ripa, nella parte bassa del paese. Costruita con blocchi di pietra calcarea, ancora conserva nella sua parte superiore i resti di una stradina usata dalle guardie che erano a difesa della città medievale.

La leggenda di Frà Diavolo

Una curiosa storia legata alla città di Itri riguarda un brigante chiamato Frà Diavolo. Vissuto tra il 1700 e gli inizi del 1800, Michele Pezza, in arte Frà Diavolo, è divenuto famoso nella zona per il suo operato in alcuni movimenti  rivoluzionari. A dare a Michele questo soprannome fu il suo maestro, perchè il bambino era solito indossare durante l’orario scolastico un saio francescano a seguito di un voto fatto dalla madre per la sua salute vulnerabile. Per la sua vivacità  e per via della sua vita dissoluta divenne per tutti Frà Diavolo. La sua lunga latitanza tra le montagne circostanti per sfuggire all’arresto dopo un omicidio, e la sua presa di posizione per difendere la sua terra dall’invasione dei Francesi ne hanno fatto un eroe popolare molto amato e acclamato. 

Il Museo del Brigantaggio di Itri

Per ripercorrere la storia di questo periodo storico del basso Lazio e per conoscere le gesta di Frà Diavolo è essenziale fare una visita al Museo del Brigantaggio. Al suo interno è possibile viaggiare nella storia, nei miti e nell’arte del territorio, ripercorrendo gli eventi in ordine cronologico e lasciandosi trasportare dagli avvenimenti che hanno determinato e contraddistinto la vita della cittadina durante il periodo del brigantaggio, analizzandone anche gli aspetti culturali.

Dove si trova il Museo del Brigantaggio

Corso Appio Claudio, 268 – 04020 ITRI (LT)
Tel. 0771 721061 | Fax 0771 721108
Pro Loco 0771 732207
Email: info@museobrigantaggio.it

Santuario della Madonna della Civita a Itri

La madonna della Civita è la patrona della città di Itri. Il santuario a lei dedicato si trova sul Monte Fusco, fuori dalle mura della città. Sembra che il Santuario sia sorto dopo che la statua della Madonna, smarrita in mare, venne ritrovata sul versante del Monte della Civita da un pastore sordomuto, il quale riacquistò immediatamente la parola e l’udito dopo aver avuto a che fare con l’icona miracolosa. Il Santuario è spesso raggiunto a piedi dai pellegrini, che arrivano da tutte le città limitrofe. All’interno del Santuario si trovano tantissimi ex voto, suddivisi in diversi stanzoni. Dal piazzale che circonda l’intero Santuario invece si ha una vista spettacolare sui Monti Aurunci, ed è possibile raggiungere con lo sguardo anche Monte Orlando a Gaeta e il Monte Circeo. 

 

Eventi da non perdere a Itri.

L’infiorata

Un evento da non perdere se ci si trova nei pressi di Itri durante il giorno del Corpus Domini è senza dubbio l’Infiorata. Arrivata ormai alla 33esima edizione è una manifestazione colorata e profumata, in cui ammirare preziose opere d’arte completamente disegnate con i petali dei fiori. Quadri meravigliosi che ricoprono il manto stradale in diversi quartieri, regalando attimi di spensieratezza e stupore agli avventori. 

 

I Fuochi di San Giuseppe

Una delle più famose e aspettate manifestazioni dell’anno è sicuramente quella dei Fuochi di San Giuseppe. Nella giornata dedicata alla Festa del Papà, Itri si accende di magici falò, intorno ai quali è possibile assaggiare prodotti tipici locali e divertirsi a ballare musica popolare insieme ai gruppi folkloristici della zona. 

Notte di luci a Itri

Un evento dai toni romantici, caldo come un abbraccio e luminoso come un cielo stellato d’estate è invece la Notte di Luci a Itri.  La notte del 5 Gennaio il centro storico di Itri si illumina di migliaia di candele, per uno spettacolo davvero unico nel suo genere. Scalinate, viuzze, balconi e piazze prendono vita, illuminando in maniera gentile il borgo medievale di Itri, per regalare a chiunque uno scenario poetico e pittoresco.

Ciao! Io sono Lisa, mamma on the road. Viaggiare per me è scoprire posti nuovi, girando e assaporando i profumi e le prelibatezze dei luoghi che visito. Che sia per un mese o per un week end le nostre tre valigie sono sempre pronte!

Comments:

  • Dicembre 29, 2020

    Ci sono stata una volta sola e troppo di corsa per apprezzarla appieno. Mi ispira molto la notte di luci, ma chissà se quest’anno la faranno… Non so nemmeno se saremo arancioni o rossi.

    reply...
  • Dicembre 29, 2020

    Si sente spesso parlare di Itri ed effettivamente è un borgo davvero pittoresco. Mi piacerebbe molto partecipare alla notte di luci, immagino sia un evento davvero suggestivo

    reply...
    • Gennaio 1, 2021

      Ma quanti spunti interessanti per visitare questo paese che io, romana, conoscevo pochissimo. Mi affascinano i borghi che sembrano presepi, e la leggendaria figura di Fda Diavolo mi riporta ad un filmono credo con Franco Franchie Ciccio Ingrassia che mi piaceva tanto da bambina. Il santuario poi appare grandioso. Ho prexo buona nota per un week end di sole.

      reply...
  • Dicembre 29, 2020

    Sembra un borgo fantastico; non ne avevo mai sentito parlare, ma penso che mi piacerebbe moltissimo vederlo, soprattutto in occasione dei due eventi dell’Infiorata e della Notte di Luci. Deve essere molto suggestivo!

    reply...
  • Dicembre 30, 2020

    Un borgo che non conoscevo mi piace molto e soprattutto mi piacerebbe vedere la festa delle luci con tutte le candele accese chissà che meraviglia, ma quest’anno la faranno?

    reply...
  • Dicembre 30, 2020

    Conosco molto bene Itri perchè ci vive un mio caro amico. Tra le altre cose gestisce una pizzeria dedicata proprio a Fra Diavolo, quindi conoscevo anche il personaggio!

    reply...
  • Dicembre 31, 2020

    Non conoscevo questo borgo! Sembra davvero molto carino. Le tre feste che menzioni sembrano tutte bellissime, sarebbe bello scegliere di visitarlo proprio in questi giorni di festa. Anche al mio paese natale in Romagna si fanno due grandi fuochi per la Festa di San Giuseppe

    reply...
  • Dicembre 31, 2020

    Che bellissimo borgo antico! Davvero il Lazio mi sta riservando tante sorprese, purtroppo solo virtuali per ora, ma poi ci si potrà andare, speriamo presto! Bellissima l’infiorata ma anche la notte delle luci dev’essere davvero suggestiva. Speriamo riescano a farla anche quest’anno, anche se sarà zona rossa…

    reply...
  • Gennaio 5, 2021

    Non conoscevo questo borgo! La notte delle luci dev’essere davvero suggestiva!

    reply...
  • Gennaio 6, 2021

    Che splendore Itri! Non siamo mai stati in zona, ma la città mi ha affascinato con tutte le sue bellezze e con gli eventi. Quello delle luci il 5 gennaio deve essere un’esperienza davvero imperdibile. Mi sono segnata questa città per un prossimo viaggio!

    reply...
  • Gennaio 13, 2021

    Itri, Itri… Me ne hanno parlato in tanti molto bene e il tuo articolo conferma questa opinione diffusa: è splendida questa cittadina, lontana ancora dal turismo di massa e tutta da scoprire! Io poi amo le infiorate e sicuramente qui sarebbe favolosa da vedere!

    reply...

post a comment