Top
  >  Italia   >  Gaeta, la "Perla del Tirreno"   >  La Salita degli Scalzi a Gaeta. Passeggiata nel borgo antico dei pescatori
La Salita degli Scalzi a Gaeta. Uno dei luoghi più caratteristici di Gaeta.

A Gaeta, nel cuore del borgo antico dei pescatori, c’è una scalinata suggestiva, ricca di fascino e avvolta da un atmosfera magica: la salita degli Scalzi.  Si inerpica fino alla Chiesa di Santa Maria di Porto Salvo e da sempre è un punto di riferimento degli abitanti del quartiere. Un luogo dove lasciarsi trasportare dal vento delle emozioni e lasciarsi avvolgere dalla cura del tempo.

Scorci di vita vissuta nel borgo di Gaeta

Passeggiando nel vecchio budello gaetano, fatto di antichi basoli e botteghe tipiche, è piacevole passeggiare vicolo dopo vicolo ripercorrendo la storia della città. Una storia con radici ben salde e molto antiche, fatta di tradizioni forti legate a vecchi mestieri e gloriosi mestieranti.

Alcuni vicoletti caratteristici sono stati riportati a nuovo splendore dall’Associazione Abbelliamo Gaeta e da tanti cittadini desiderosi di tramandare ai posteri le tradizioni e le storie dei personaggi del borgo.  Arnesi ed attrezzi del passato hanno ripreso vita in prossimità dei vicoli, creando angoli deliziosi, dal sapore retrò,  che rimandano alle antiche abitudini del borgo.

La Salita degli Scalzi a Gaeta 

All’improvviso, nel bel mezzo della passeggiata nel budello gaetano, si scorge una scalinata, rustica ed elegante al tempo stesso. E’ la salita detta “degli Scalzi”.  In cima ad essa si trova  la Chiesa dei Santi Cosma e Damiano, che un tempo era annessa al convento dei frati dell’Ordine degli agostiniani scalzi, dal quale questo scorcio ha preso il nome.

La chiesa di Santa Maria di Porto Salvo

Annessa alla chiesa, che presenta una facciata di una semplicità estrema, c’è la cappella della congrega di S.Maria di Porto Salvo, un tempo usata dai confratelli come sala consiliare. La Madonna di Porto Salvo è una delle icone religiose più adorate ed acclamate dalla gente del borgo. É’ considerata infatti la protettrice dei marittimi, che a lei si affidano per il rientro a terra.

La Chiesa della Madonna di Porto Salvo è un punto di riferimento per gli abitanti del borgo.

La Chiesa della Madonna di Porto Salvo è un punto di riferimento per gli abitanti del borgo.

L’autenticità della Salita degli Scalzi a Gaeta

In tempi più recenti o forse da sempre, è luogo di ritrovo delle persone del quartiere e di giochi di bambini. Un luogo fortemente legato alla mia infanzia, fatta di salti a due gradoni alla volta e a percorsi di biglie scavati negli anfratti delle scalinate. Rimane uno dei luoghi più fascinosi da vedere a Gaeta, avvolto da misteriose leggende e legato saldamente alla tradizione marinara della città.  Cuore pulsante del borgo, sfoggia ai suoi lati incantevoli portoncini d’epoca, alcuni rimasti intatti nel tempo, altri ristrutturati finemente.

Da qui si diramano i vicoletti che portano al porticciolo delle paranze, al mercato del pesce e al bellissimo lungomare che regala una vista meravigliosa su Gaeta Medievale.

Via dell'Indipendenza è il cuore pulsante della città di Gaeta. qui Si concentrano le botteghe artigianali, le casette caratteristiche con le facciate colorate e il via vai degli abitanti è sempre attivo e frizzante.

Via dell’Indipendenza è il cuore pulsante della città di Gaeta. Qui si concentrano le botteghe artigianali, le casette caratteristiche con le facciate colorate e il via vai degli abitanti è sempre attivo e frizzante.

Ricordi e nuovi punti di vista

La Salita degli Scalzi è  posto che evoca ricordi meravigliosi  nelle persone che hanno avuto modo di vivere questo luogo durante l’infanzia e l’adolescenza, partecipando agli eventi che si susseguono in paese nell’arco dell’anno. Un luogo che attira subito occhi nuovi in cerca di scorci caratteristici, sguardi curiosi su piccoli angoli di mondo rurale. E sembra di vedere, come sospesi nel tempo, corpi di massaie attente, bambini scalzi attorno ad una trottola. E ancora panni stesi al primo sole del mattino, gonfi di vento leggero e profumati di brezza marina.

In cima alla salita degli Scalzi Si nota subito la candida facciate, umile e semplice nella sua fattura, della chiesa della Madonna di porto Salvo, icona particolarmente cara alle persone del borgo.

In cima alla salita degli Scalzi si nota subito la candida facciate, umile e semplice nella sua fattura, della chiesa della Madonna di porto Salvo, icona particolarmente cara alle persone del borgo.

 

 

 

Ti consiglio la lettura di “Tesori nascosti a Gaeta”, se vuoi approfondire l’argomento trattato in questo articolo. perché offre un punto di vista inedito sulla città, riscoprendone siti storicamente rilevanti nel suo tessuto urbano e tra le campagne.

Ciao! Io sono Lisa, mamma on the road. Viaggiare per me è scoprire posti nuovi, girando e assaporando i profumi e le prelibatezze dei luoghi che visito. Che sia per un mese o per un week end le nostre tre valigie sono sempre pronte!

Comments:

  • Novembre 27, 2020

    E’ davvero un luogo pittoresco, sembra di tornare indietro nel tempo; ma non ho capito bene da dove deriva il nome della scalinata!

    reply...
  • Novembre 27, 2020

    Davvero uno scorcio meraviglioso questo della scalinata che tu hai descritto in modo poetico e molto personale. Bellissima la chiesa nella sua estrema semplicità in cima alla scalinata e mi piace anche molto il fatto che gli abitanti di Gaeta stiano cercando di mantenere e abbellire la città.

    reply...
  • Novembre 29, 2020

    Sto scoprendo Gaeta dai tuoi racconti, dato che non ci sono mai andata. Certo la voglia di vederla sale… ma dovrò aspettare ancora qualche cambio di colore della mia regione!

    reply...
  • Dicembre 1, 2020

    Sebbene non ci sia mai stata, Gaeta ha un aspetto molto familiare. Le foto della scalinata e anche ciò che essa rappresenta per i cittadini, mi fa venire alla mente una scalinata simile, nel centro storico di Napoli, vicino via Chiaia. Che curioso!

    reply...
  • Dicembre 2, 2020

    Torno a leggere i tuoi racconti su questa città che non ho mai visistato. Mi piace molto quando alcuni luoghi riportano la mente indietro nel tempo, regalando i vecchi ricordi dell’infanzia. Anche io ne ho diversi in alcune strade di Termoli che custodisco gelosamente. Molto bella la scalita degli scalzi e mi incuriosisce molto Via dell’Indipendenza con tutti i suoi negozietti di prodotti artigianali.

    reply...
  • Dicembre 2, 2020

    È un post bellissimo questo che hai scritto, dove traspare tutto l’amore che hai per questo luogo incantevole della tua città. Inoltre non conoscevo l’associazione Abbelliamo Gaeta, credo che il suo operato possa essere ritenuto esemplare anche in altre realtà, dove di fatto manca un serio ed utile coinvolgimento degli abitanti e degli enti locali per la riqualifica di angoli nascosti e meno battuti

    reply...
  • Dicembre 8, 2020

    Sono sempre stata interessata ai borghi legati alle antiche tradizioni, lo inserisco nella mia lista di cose da visitare. Grazie ai tuoi preziosi consigli.

    reply...
  • Dicembre 25, 2020

    Grazie per questa passeggiata per Gaeta. Ci sono stata solo una volta e devo dirti che mi sono innamorata della cittadina, davvero incantevole con i suoi scorci e con le sue storie, ma soprattutto della Montagna Spaccata.

    reply...
  • Dicembre 29, 2020

    Amo questi luoghi dove il tempo sembra essersi fermato… Con i tuoi racconti su Gaeta mi stai incuriosendo tantissimo! Spero di poterla vedere presto!

    reply...

post a comment